fbpx
CronacheMafiaNews

Emergenza rifiuti in Sicilia, Crocetta vola a Roma

Una situazione particolarmente delicata quella che si prospetta sul piano rifiuti nell’isola. A Catania, le grandi discariche sono in una situazione particolarmente critica. Quella di Valanghe D’Inverno, a Motta Sant’Anastasia, è stata sequestrata per la mancanza del certificato antimafia, dopo essere stata al centro dei riflettori per l’arresto del proprietario Domenico Proto, durante l’operazione Terra Mia.

Allo stesso tempo, la discarica gestita dalla Sicula Trasporti , è quasi al limite della capienza e potrebbe dover ricevere anche i rifiuti della provincia di Messina, dirottati dopo la chiusura della discarica di Mazzarrà Sant’Andrea.

Anche nella parte orientale dell’isola le cose non vanno meglio. i dodici comuni che fanno parte della Srr Trapani Nord non sanno dove portare i loro rifiuti, dopo la chiusura della discarica di Siculiana. Temporaneamente, con provvedimento della regione, avevano inviato i rifiuti alla discarica di Borranea ma, essendo ormai satura, non può più riceverne.

Una vera emergenza che ha portato il Presidente Crocetta a volare dritto a Roma, al Ministero dell’Ambiente, per chiedere il commissariamento. L’idea è quella di trasferire tutti i rifiuti, almeno per un periodo, in altri paesi europei, utilizzando tutti i mezzi possibili.

Dalla capitale, però, sembra ci siano non pochi dubbi, tanto da ritenere il dossier inviato dal governatore insufficiente. Pertanto, ogni decisione sarà presa non prima di metà gennaio.

Date le circostanze, quindi, si teme un Natale pieno di rifiuti.

Tags
Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi Anche
Close
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker