fbpx
Nera

Educatrice aggredita in una comunità per minori, indagati 5 ospiti extracomunitari

Cinque giovani extracomunitari, ospiti di una comunità per minori stranieri non accompagnati, avrebbero vessato più volte un’educatrice della struttura.

La donna, mediatrice culturale di origine marocchina, ha denunciato i cinque ragazzi sui quali pesa l’accusa di minacce gravi, lesioni e violenza privata in concorso.

Minacce e battute a sfondo sessuale.

Come racconta l’educatrice, i ragazzi (due minori e tre maggiorenni) avrebbero maltrattato la donna in seguito ad un rimprovero emesso dalla stessa, in merito al rispetto delle regole all’interno della comunità. Gli extracomunitari sarebbero addirittura arrivati a minacciare la donna di romperle i denti, vantandosi del fatto che in quanto minorenni non avrebbero subito nessun provvedimento giuridico, come era già accaduto.

Una volta la donna dopo essere stata aggredita riportando lesioni certificate dal pronto soccorso, è stata costretta, con la minaccia di essere bastonata, a chiudersi all’interno di uno stanzino da dove, fortunatamente, è riuscita a chiamare le Forze dell’Ordine. Mentre l’educatrice era rinchiusa, i giovani hanno preso a calci la porta dello stanzino, rivolgendo alla vittima frasi  a sfondo sessuale.

Il personale del commissariato Borgo Ognina, intervenuto questo mattina presso la comunità interessata, ha identificato e indagato in stato di libertà i responsabili. Due dei quali inoltre hanno persino intralciato le indagini, abbandonando la struttura, nonostante le accuse a carico.

L’educatrice, a seguito di un periodo di malattia, non lavora più in questa comunità.

EG.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button