fbpx
Economia

Economia e società: l’impresa è sempre più donna

L’esercito delle imprese femminili avanza inesorabilmente. Al giorno d’oggi sono molte le opportunità e le agevolazioni riservate alle donne che decidono di mettersi in proprio e avviare un’attività di successo.

In modalità rigorosamente online, visti i tempi che corrono, lo scorso 12 novembre si è svolto l’incontro “Innovazione responsabile: i talenti delle donne” promosso dalla Camera di commercio di Milano. In una società in cui economia e produttività sono decisamente orientate al cambiamento e alla trasformazione digitale, diventa sempre più urgente la necessità di dibattere sul contributo portato dalle donne imprenditrici.

Stando ai numeri analizzati dal centro studi della Camera di commercio, nel capoluogo lombardo e nelle provincie di Lodi e Monza Brianza si contano oggi 263 startup innovative femminili. Il numero delle imprese guidate da donne – con riferimento al trimestre luglio, agosto e settembre 2020 – è aumentato di 7.6 punti
percentuali rispetto a quello dello stesso periodo dell’anno precedente.

I dati presentati confermano il trend di crescita dell’imprenditoria femminile. Con le donne progressivamente più impegnate nella creazione di nuove attività, il Governo e gli enti a supporto delle aziende promuovono bandi, finanziamenti a fondo perduto, strumenti e corsi di formazione a sostegno delle donne che desiderano fare impresa.

Passaggio obbligatorio per chi vuole mettersi in proprio è quello di aprire la partita iva. Come si legge nella guida di Fatture in Cloud, la procedura di attivazione è molto semplice -si può effettuare direttamente online o presso una delle sedi fisiche dell’Agenzia delle Entrate- e ha un costo che è pressoché pari a zero. Terreno
particolarmente fertile per l’imprenditoria femminile si sta rivelando l’industria tecnologica, con settori quali l’informatica e la ricerca e sviluppo a forte trazione femminile.

Nell’incontro del 12 novembre scorso sul tema dei talenti delle donne nel mondo del lavoro, tra le altre è intervenuta anche l’imprenditrice Alessia Moltani. Con il suo commento, la CEO di ComfTech ha voluto sottolineare il valore aggiunto portato dalle donne del team alla crescita e allo sviluppo dell’azienda. Nonostante in alcuni permanga una certa diffidenza, al giorno d’oggi l’impresa è sempre più donna.

Prestiti, agevolazioni e bandi dedicati sono un’opportunità per avviare una startup o creare un’impresa. L’obiettivo principale è quello di colmare il divario professionale che, per ragioni esclusivamente culturali, si è generato tra gli uomini e le donne.

Per chi sta valutando di aprire una partita Iva e di realizzare il sogno di mettersi in proprio, si tratta di un’occasione da cogliere al volo.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano
Back to top button