fbpx
Cronache

È ufficiale: gli ex lavoratori Ipab Oasi Cristo Re di Acireale saranno assorbiti dall’Asp di Catania

Un percorso di reinserimento professionale all’interno delle strutture dell’Asp di Catania per gli ex lavoratori dell’Ipab “Oasi Cristo Re” di Acireale, istituto per assistenza agli anziani. È la soluzione individuata dal tavolo tecnico, riunitosi nelle sede dell’assessorato regionale alla Salute, che ha definito un cronoprogramma che consentirà la riqualificazione del personale dell’Ipab acese attraverso una formazione dedicata a cura del Cefpas.

«Questa misura -ha detto il governatore Nello Musumeci- ci consente di chiudere l’ennesima pagina dolorosa sul fronte delle vertenze senza perdere posti di lavoro. C’è di più: contemporaneamente assicureremo, infatti, nuove risorse umane alle strutture della nostra sanità anche per garantire quel respiro lungo che potrebbe venire meno dopo i tanti mesi di emergenza pandemica».

Nel corso dell’ultima riunione del tavolo tecnico è stato stabilito dunque che gli ex dipendenti dell’Oasi Cristo Re, in possesso della qualifica Osa, saranno formati per divenire operatori socio sanitari, divenendo così pienamente operativi per prestare servizio in corsia.

“Presto dignità e risorse agli ex dipendenti”

«Accogliamo con soddisfazione la notizia relativa all’avvio di un iter che possa ridare dignità e risorse ai dipendenti dell’Ipab “Oasi Cristo Re”, inserendoli nei ruoli dell’Azienda sanitaria provinciale -dichiara il sindaco di Acireale Stefano Alì- Il percorso ipotizzato dalla Regione, segnatamente dagli assessorati alla Salute e alla Famiglia, andrebbe a chiudere una stagione di disagi e sofferenze per i lavoratori di un ente che per Acireale ha costituito un autentico punto di riferimento sul fronte dell’assistenza agli anziani. Lavoratori che, purtroppo, sono in arretrato di varie annualità in quanto a stipendi, che ci auguriamo vengano ristorati in tempi celeri».

«Nell’incontro avuto con il commissario dell’IPAB, dott. Fabio Marino, ho ricevuto ulteriori rassicurazioni sul percorso avviato dalla Giunta di governo regionale e che, successivamente, verrà portato avanti in Aula per la tanto attesa legge di regolamentazione delle Ipab -conclude il primo cittadino acese- che prevede la creazione di un ruolo unico regionale in cui far transitare tutto il personale che permane in situazioni di incertezza».

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button