fbpx
LifeStyleNews in evidenzaPersonaggi

E’ morto Dario Fo, l’uomo delle arti a tutto tondo

Ci lascia a 90 anni il giullare da Nobel: Dario Fo è morto per problemi polmonari questa notte all’ospedale Sacco di Milano dove era ricoverato da alcuni giorni.

Figlio di un capostazione attore dal quale ereditò l’amore per la scena, nacque a Sangiano il 24 marzo del 1926. Dario Fo è stato scrittore, illustratore, autore, scenografo, attivista e pittore. Dopo gli studi effettuati presso l’Accademia di Belle Arti di Milano, nel 1968 insieme a Franca Rame, Massimo de Vita, Vittorio Franceschi e Nanni Ricordi fondò il gruppo teatrale Nuova Scena, nel primo giorno di ottobre dell’anno 1969 portò per la prima volta in scena la “giullarata” ovvero il Mistero buffo in cui recitava una fantasiosa rielaborazione di testi antichi in grammelot; si tratta di un linguaggio comico teatrale che fa riferimento alle improvvisazioni giullaresche ed alla commedia dell’arte.

Tra la fine degli anni 60 e l’inizio degli anni 70 si dedico ad organizzazioni extraparlamentari di estrema sinistra e fondò il collettivo “La Comune”, con il tentativo di stimolare il teatro di strada.

Pochi anni dopo, insieme alla moglie Franca Rame, tornò in televisione con un programma chiamato ‘Il teatro di Dario Fo’, il quale colse, insieme e soprattutto a Mistero Buffo, il dissenso del cardinale Ugo Poletti che contestava il linguaggio utilizzato all’interno del programma in relazione a determinati argomenti e personaggi religiosi.

Il 9 ottobre 1997 Dario Fo fu insignito del prestigioso premio Nobel per la letteratura, con la seguente motivazione: “Perché, seguendo la tradizione dei giullari medievali, fustiga il potere e riabilita la dignità degli umiliati”. Allora Fo commentò: “Con me hanno voluto premiare la Gente di Teatro”.

Attore, regista, drammaturgo, Dario Fo non si faceva mancare niente, era un artista a tutto tondo!
Dipingeva, recitava e scriveva anche dopo la morte della moglie Francesca, l’amore che per una vita gli era stato accanto, avvenuta nel 2013. Parlava sempre di lei e di quanto, anche se lontana, lui la sentisse vicina.

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button