fbpx
CulturaLibri

È “Accadimento onirico” di Antonio Di Gennaro il libro del mese Ottobre 2019

Lo studioso cioraniano pubblica per la sicula Nulla Die edizioni una silloge dai toni mistici

Conosciamo l’onirico Antonio Di Gennaro perché in Italia assieme ad una cerchia che si è estesa sino a giungere al Salone del Libro di Torino, ha approfondito le tesi di Emil Cioran, anche quelle inedite, delle quali alcune scoperte dall’autore napoletano.

È sorprendente trovar in libreria una silloge che porta la sua firma, dopo esserci accertati che fosse lui ovviamente, e tale è.

 

Con Accadimento Onirico, pubblicato per la siciliana Nulla Die Edizioni, il 44enne partenopeo spiazza chi lo conosce nelle vesti di studioso di filosofia. Ci troviamo davanti alla peculiare scrittura di un poeta che esalta le sensazioni che muove verso le virtù del divino.

 

“Sogno” onirico

Una poesia ci ha subito preso dopo averlo letto per giorni e averne cercato il quid di sensibilità che scatena. A pag. 72 appare “Sogno”:

Un nome sei,

figlia che a goccia a goccia 

sanguina

e affaccendandomi tampono,

un volto – ieri, oggi

un alone:

fosse vero nei sogni

ti abbraccerei sino a farmi morire.

Ti chiamo ancora amore,

amore,

con la mente assediata dai ricordi

e la bocca impastata di sangue…

 

Raccontata in poesia questa tragedia ontologica, spiazza il mondo dell’esistente: sino a quando e quanto sopportare? E sino a quando e quanto tempo resistere?

 

Passaggio onirico

Nella prefazione Giuseppe Ferraro, proprio “quello” che sdogana la filosofia oltre i luoghi istituzionali, lo dice chiaramente: «[…] scivola la via del dire e fare. [E] Antonio Di Gennaro conosce bene questo passaggio che è tra la  piega e la preghiera, tra chiedere e ripiegare».

In molti gli idioti che scrivono su Dio, o che impongono la loro imbecillissima presunzione vicina alla malattia mentale non riconosciuta, con frasi classiche che facciano effetto: “Parlano di Dio, ma non con Dio”, una tra le tante… solo che al catechismo, per me umile idiota che dà conto agli idioti, la cosa primaria non era ridurre Dio a filosofare, anzi meglio dire filosofeggiare, che è più inutile dei loro porri in viso, quanto rendere semplice l’amore deus e parlare con il padre Assoluto come si parla col padre fisico che ci ha messo del suo per farci vedere luce.

 

Onirico è il filosofo scemo

Antonio Di Gennaro è un uomo per bene, un grande stilista e un esteta della parola, un umile che affida a Dio la sua esistenza che traduce sempre nella scrittura. Uno studioso che potrebbe dare lectio a sceme canaglie inventatesi filosofi per una squallida laurea da stagno veneziano.

MUTO invidioso coperto dalla fiamma gialla che tutto permette. MUTO e apprendi, magari lo contatti leggendo l’ennesimo accadimento: l’onirico mio desiderio di vederti finito!

 

Frame di vita in un percorso onirico

Antonio Di Gennaro
Antonio Di Gennaro

Le  poesie di Antonio Di Gennaro, sono insegnamento per rigettare il malvagio che c’è in noi. La sua sensibilità è chiara  cristallina e piena di bontà. La sua bellezza è una scrittura alla quale ci ha abituato nello scoprire inediti di Cioran che ha curato, ma stavolta l’inedito è la sua interiorità attraverso quello che possiamo definire un ‘poeta’.

 

Mostra di più

Salvatore Massimo Fazio

Di lui sappiamo che è contro il bigottismo sociale "è mafia pura" e che decide di vivere la socialità solo per lavoro, o rare volte al bar da Enzo quando torna a Catania. Nel 2016 col saggio "Regressione suicida", non inganni il titolo, è un invito a ripercorrere tutte le tappe della vita sino a risorgere nella veste indipendente, senza pendere dal pensiero (e da) alcuno, desta polemiche. Si ritira anche dalle direzioni artistiche "[...] non dimenticatevi che sono anche un operatore sociale e un tutto fare". Ha dichiarato difficoltà e malessere nell'aderire alle filosofie dei due outsider che ha approfondito per circa 16 anni, Emil Cioran e Manlio Sgalambro, dei quali estese la propria tesi di laurea: "C'è un motivo per il quale non posso dichiararmi filosofo, né studioso di filosofia, nonostante la stampa continua a farlo e io continui a smentirlo".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.