fbpx
CronachePrimo Piano

Rifiuti, oltre 600 ex dipendenti Seneco chiedono gli arretrati al comune

Incrociano le braccia gli ex dipendenti del Consorzio Seneco. Indetta un’assemblea notturna, ogni turno di notte sarà ritardato di due ore.

Gli ex lavoratori del Consorzio Seneco chiedono il pagamento delle retribuzioni dei primi 17 giorni di settembre, prima di essere assorbiti dalla Dusty (attuale affidatario della Gara ponte del servizio di raccolta dei rifiuti). A questo si aggiungano il trattamento di fine rapporto, le ferie non godute e altre spettanze.  

Chiedono che a chiudere la partita sia il Comune di Catania.

Vista l’insolvenza di Seneco nel pagare le spettanze degli oltre 600 lavoratori per la prima metà del mese di settembre 2018, gli ex lavoratori Seneco minacciano di incrociare le braccia ritardando di 2 ore l’inizio di ogni turno, riportando la questione igienico-sanitaria nel comune etneo.

Tutte le sigle sindacali hanno inviato una lettera (due giorni fa) al sindaco Salvo Pogliese, al Prefetto Claudio Sammartino e all’ufficio provinciale del lavoro chiedendo che l’Amministrazione comunale si sostituisca a Seneco per regolarizzare le spettanze dovute.

Non avendo avuto alcuna risposta positiva, né una data di rientro del debito del Comune nei confronti dell’impresa Seneco, le maestranze non pagate dalla ditta uscente, hanno deciso di proclamare un’assemblea con inizio già da questa notte, di 2 ore per ogni turno, portando Catania ad essere piena di rifiuti nel giro di pochissimo tempo.

Nonostante la Dusty abbia retribuito puntualmente i giorni lavorati di settembre sotto la propria gestione, davanti a questo stato di fatto, coscienziosamente e con grandi sforzi, ha proposto alle maestranze (750 persone) un cospicuo acconto immediato sullo stipendio del prossimo mese, per evitare la crisi.

I lavoratori hanno rinunciato alla proposta preferendo andare alla rottura, nella speranza che il Sindaco compia il miracolo.

A nulla sarebbero valse le operazioni di bonifica effettuate in queste settimane dalla Dusty.

ANNULLATE LE CONSEGNE DELLE “CHIAVI DELLA BELLEZZA” A CIBALI E AL PIGNO

Per queste ragioni, oltre ad esprimere preoccupazione per lo stato di emergenza sanitaria che ne deriverebbe, la Dusty di concerto con i presidenti della 4° e della 6° Municipalità, rispettivamente Erio Buceti e Orazio Nicotra, ha annullato le due iniziative etiche di sensibilizzazione “La Chiave della Bellezza” previste per sabato 27 ottobre, nei quartieri di Cibali e Pigno, bonificati nei giorni scorsi.

E.F.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button