fbpx
NeraPrimo Piano

Calci al ventre della madre per i soldi della droga, arrestato 28enne

Dal 2016 maltrattava quotidianamente la madre e la sorella, con le quali viveva, per ottenere i soldi per l’acquisto della droga. 

I Carabinieri della Stazione di San Giovanni La Punta hanno arrestato C.M., di anni 28, indagato per i reati di maltrattamenti in famiglia ed estorsione aggravata. L’uomo, infatti, da quasi tre anni vessava  i genitori e la sorella, rilegandoli ad una condizione di sottomissione psicofisica. 

Minacce e violenza

Il giovane, disoccupato e schiavo della droga, minacciava giornalmente le due donne promettendo loro del male fisico e la distruzione degli arredi di casa. Le minacce venivano estese anche al padre, separato già da qualche anno dalla madre: «ah, non me li dai? Ora ci penso io! Ora inizio a sfasciare tutte cose!». L’uomo era costretto a dare al figlio circa 60 euro al giorno. Le violenze rivolte ai familiari sono culminate in due terribili episodi. Il primo ha visto il 28enne colpire la madre con un calcio al ventre. Successivamente, il giovane ha iniziato a sputare nei piatti della stessa madre e della sorella, mentre erano sedute a tavola per pranzare, per poi gettarli in terra. Non soddisfatto ha aperto il frigorifero e ha fatto la medesima cosa con il cibo contenuto al suo interno.

Angosciate per questi continui maltrattamenti, provate anche per i danni causati all’abitazione, non riparabili per le scarse condizioni economiche hanno trovato il coraggio di denunciare tutto, consentendo così agli investigatori di raffigurare un quadro probatorio a carico dell’indagato che non ha lasciato alcun dubbio al giudice il quale, concordando in toto con la richiesta della Procura, ha emesso la misura restrittiva.

L’arrestato, assolte le formalità di rito, è stato associato al carcere di Catania Piazza Lanza.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.