fbpx
CronachePrimo Piano

Aggredisce e minaccia i genitori per i soldi della droga: arrestato tossicodipendente

Al rifiuto di prestargli altri soldi per la droga, un tossicodipendente ha picchiato senza pietà il povero padre.

È successo a Tremestieri Etneo, dove un 23enne con l’accusa di maltrattamenti ed estorsione è finito in manette.

Tutto è iniziato con una telefonata da parte di una donna ai carabinieri. La poveretta, disperata, li informava del fatto che il figlio, con tono minaccioso, pretendeva per l’ennesima volta la somma di 50 euro. Incurante delle difficoltà economiche della famiglia, il giovane, le diceva di richiedere un prestito alla nonna.

Immediatamente attivatisi i militari si sono recati nei pressi dell’abitazione in questione, sita in via Nizzeti. Qui  in un’area di servizio, effettivamente, notavano la presenza della donna accompagnata dal marito e dal figlio, vecchia conoscenza dei carabinieri.

I militari hanno subito notato che il genitore 55enne aveva una ferita lacero contusa sanguinante al setto nasale provocata dalle percosse del figlio.

Intanto che la madre riceveva la telefonata del figlio ascoltata in viva voce dai carabinieri. Nel corso della quale quest’ultimo reiterava con analoghe modalità le sue richieste, conversazione questa che poi veniva interrotta dalla madre per lo sconforto provocatole.

I militari quindi, recatisi con la coppia presso l’abitazione, hanno trovato al suo interno il ragazzo. Agli agenti non è sfuggito come le porte della camera da letto dei genitori e della cucina erano chiuse a chiave. La madre spiegava, infatti che cercava d’impedire al figlio di rovistarvi alla ricerca di soldi.

Per tali motivi, espletate le formalità di rito, l’arrestato è stato trattenuto in camera di sicurezza in attesa delle determinazioni dell’Autorità Giudiziaria.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker