fbpx
MotoriSport

Doppietta Yamaha in Francia: vince Lorenzo e rimonta di Rossi secondo

Nel tracciato di Le Mans in cui storicamente le Yamaha si mostrano vincenti, Jorge Lorenzo non tradisce la tradizione portandosi a casa la seconda vittoria consecutiva nel mondiale. Firma il secondo posto Valentino rossi, ancora una volta autore di una inaspettata rimonta e completando la doppietta sul podio per la casa giapponese. Bella prova anche per Andrea Dovizioso che porta la sua Ducati in terza posizione. In totale difficoltà il campione del mondo Marc Marquez che limita i danni arrivando quarto.

Mentre le televisioni, i giornali e i social networks descrivono il mondiale come il più bello degli ultimi anni, Jorge Lorenzo conferma il suo stato di forma ritrovata e vince la tappa francese restando in prima posizione dall’inizio alla fine della corsa. Por fuera si porta in classifica a 15 lunghezze da Rossi (capolista) e si candida, al momento, come vero rivale per il titolo iridato.

Una sorpresa continua è il dottore, il chirurgo del mondiale numero 46. Impiccato con la sua Yamaha nelle prove del venerdì, in difficoltà nella qualifiche del sabato e dato per spacciato nel warm up della domenica mattina, Valentino è partito dalla settima casella e ha saputo recuperare fino alla seconda posizione. Ancora una volta, come un mago, il dottore ha tirato fuori dal cilindro l’ennesima magia trasformando la sua Yamaha in un mostro da gara. Sorpassato Marquez, infilate le Ducati di Dovizioso e Iannone, Rossi ha messo nel mirino Lorenzo, ci ha provato fino alla fine con il distacco tra le due Yamaha rimasto inalterato purtroppo per lo spettacolo.

Spettacolo che non è affatto mancato per il Gran Premio di Francia: due giri al cardiopalma con almeno dieci sorpassi tra Marquez e Iannone a giocarsi la quarta posizione come se non ci fosse un domani. Il campione del mondo si aggiudica infine il duello contro il ducatista, comunque eroico per aver resistito nonostante il recente infortunio subito alla spalla.

Campione del mondo che sbaglia la partenza perdendo quattro posizioni al via. Distratto e impreciso come mai ci aveva abituato a vederlo in gara ma comunque vincente nel più bel duello della giornata. Scarsa concentrazione o difficoltà tecnica? Marquez lontano dalla prima posizione, lontano dalle Yamaha, che sia avvenuto il sorpasso tecnico tra le case giapponesi? Presto per giudicare e troppo presto per dare per vinto un talento come Marquez. Di certo c’è che le Yamaha scappano in classifica, con Rossi distante 33 punti.

Intanto il mondiale si sposta verso l’Italia per il Gran Premio del Mugello fra due settimane, con il sempre redivivo Rossi che vorrà la vittoria casalinga, il ritrovato Lorenzo, il campione del mondo Marquez in cerca di riscatto e le ottime Ducati alla  ricerca della prima vittoria. Tutti a darsi battaglia curva su curva ogni giro fino al traguardo finale.

 

Tags
Mostra di più

Andrea Lorenzini

Laureato in Scienze della comunicazione, con magistrale in Editoria e Giornalismo e votazione di 110/110 e lode presso l'università di Roma Tor Vergata. Appassionato di sport (che pratico in grande quantità), esperto di motori, mi occupo di comunicazione ma la vera passione è la scrittura. Il giornalismo in particolare lo considero "la pietra miliare della democrazia: il cane da guardia del potere". Sono amante della lettura, della buona compagnia e del vino, rosso e di qualità è meglio. Sogno nel cassetto? Reporter inviato, di sport ovviamente.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker