fbpx
Cronache

Dopo lo stop di ieri riparte il bollettino sui contagi dell’Isola

Si è rimessa in moto in Sicilia la macchina nell’assessorato regionale alla Sanità dopo lo stop di ieri avvenuto in seguito all’inchiesta della procura di Trapani sui dati falsati, che ha portato agli arresti la dirigente regionale Maria Letizia Di Liberti a capo del Dipartimento Osservatorio epidemiologico, di un funzionario e di un tecnico di una società. Un terremoto che ha portato, inoltre, alle dimissioni dell’assessore regionale Ruggero Razza, indagato nell’inchiesta per falso ideologico.

Oggi i dati sulla pandemia saranno diffusi: si sta cercando di recuperare il gap di ieri che aveva portato la Sicilia a non comunicare i nuovi dati.

«La Regione Sicilia – si leggeva ieri nel bollettino quotidiano del ministero – integrerà nella giornata di domani i dati non comunicati oggi per motivi organizzativi».

Venerdì, intanto, sono previsti gli interrogatori di garanzia dei tre arrestati, Maria Letizia Di Liberti, il funzionario della Regione Salvatore Cusimano, ed Emilio Madonia dipendente di una società che si occupa della gestione informatica dei dati dell’assessorato.

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button