fbpx
News in evidenzaSport

Domusbet Catania da record: 11 reti al Villafranca!

Gara otto, penultima di campionato, la Domusbet Catania Bs guarda tutti dall’alto verso il basso con sette vittorie su sette, 21 punti, miglior attacco e miglior difesa del torneo con bomber Zurlo sul tetto dei cannonieri italiani. L’avversario si chiama Villafranca, squadra arrabbiata dopo la beffa di ieri contro Terracina e la bramosia di staccare punti pesanti per la Final Eight. Rossazzurri sereni, ma concentrati con motivazioni a mille per tenere tensione alta e gambe fluide in vista del rush finale.

Partita non banale, sia chiaro, piena di antichi ricordi con molti ex Domusbet Catania nelle file di Villafranca da coach Belluso a Juninho passando per Zagami, Caruso, Vitale e Fazio, mentre Paterniti ritrovava il club con cui ha esordito nel beach soccer.

Della Negra risparmiava all’inizio Gabriel ancora non al meglio spazio poi a Del Mestre tra i pali con Platania e Corosiniti tra copertura e aggressione, la velocità e gambe di Palazzolo al servizio di Zurlo che partiva li davanti. Gara intensa, con ritmi alti, con Catania dominatrici del campo e delle azioni più importanti: la bomba di Corosiniti che impegnava Vitale e la stoccata di Palazzolo dove ancora il numero uno di Villafranca era attento. Ma tutto era preludio del gol, con sagacia e astuzzia, con Alfio Chiavaro, al minuto sei, bravo ad uscire dai blocchi beccando lo spazio giusto del vantaggio. Premevano i rossazzurri che non mollavano un centimetro e mettevano in imbarazzo Villafranca inerte: palo secco di Fred e super intervento di Vitale che non permetteva a Chiavaro di realizzare la doppietta. Azioni sprecate e beffa due minuti più tardi, minuto nove, con il libero di Anderson che sorprendeva Del Mestre per il pareggio beffa. La Domusbet Catania però non si fermava, da squadra scafata e possente riprendeva a tessere la sua rete portando il baricentro nuovamente alto. Cosi a uno dalla fine della prima frazione la frustata perfetta era di Pietro Palazzolo, sontuoso e perfetto, che bucava Vitale per il 2-1.

Muscoli e guerra di nervi nella ripresa, intensità sempre alta. Paterniti appena entrato si superava sulla conclusione di Anderson prima dell’errore dei rossazzurri con Palazzolo e Chiavaro che non spazzavano e permettevano ad Ott di chiudere in rete il 2-2. Ott ispirato, ma annullato fino a quel momento, trovava lo spazio giusto per un diagonale ignobile che regalava il sorpasso Villafranca. Reazione etnea con Paterniti che trovava dalla sua porta il tiro perfetto ma la traversa ingrata, con Caruso battuto, diceva di no all’estremo della Domusbet Catania. Gara dura, Anderson colpiva Zurlo con un pugno da terra ma per l’arbitro era solo giallo. Gara cattiva, ma più cattivo era Fred che trovava spazio e tempo per battere Caruso per il 3-3. Rabbiosa la carica dei rossazzurri, con attributi da grande squadra, e con Zurlo che siglava la sua rete numero 20 sfruttando il libero perfetto. Zurlo cannibale e rabbioso come non mai non si faceva pregare e al volo di sinistro uccellava ancora Caruso per il 5-3.  Pazzesca e temendamente bella la Domusbet Catania. Le emozioni però della ripresa non finivano e un altro errore purtroppo riportava sotto Villafranca con il tiro di Anderson sfiorato in porta da Ott, ma Corosiniti aiutato dal rimbalzo riportava il più due etneo con la sfera che superava Caruso, 6-4. La danza perfetta e inebriante della Domusbet Catania continuava nella ripresa e soprattutto con l’incontentabile Zurlo che prima grazie a Fred e poi con un’azione personale firmava il suo poker personale per l’8-4 Catania. Vorace anche Corosiniti e rabbioso nel chiudere al volo anche il 9-4, inarrestabile. Juninho per Villafranca metteva dentro la quinta rete rintuzzando il margine, poi solo nervosismo per gli avversari con i rossi per Zagami e Juninho per perdevano le staffe. Nel finale ancora show Zurlo con una doppietta perfetta che portava il bomber a sei centri e con un bottino pazzesco di 25 reti in campionato.

Vittoria netta, annientato Villafranca 11-5, e con grande forza della Domusbet Catania ma finale dedicato anche all’uomo in panchina Luca Della Negra che vince in maniera netta la sfida, annullando Juninho e Ott da punto di vista tattico e mettendo davanti la grande sagacia e forza del suo organico nella cura del particolare rispetto solo ad una istintiva Villafranca.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button