fbpx
LifeStyleMusica

Domenico Famà, un giovanissimo direttore d’orchestra al Teatro Bellini

Mercoledì 21 novembre, alle ore 20:00, il giovane Domenico Famà dirigerà l’Orchestra Sinfonica Catanese al Teatro Massimo Vincenzo Bellini di Catania.

Classe 1989, il chitarrista e compositore, attraverso un post su Facebook si mostra onorato (e anche un po’ emozionato) di poter dirigere l’orchestra nel teatro della sua città.

Il programma

Wolfgang Amadeus Mozart: Ouverture dal “Don Giovanni”
Vincenzo Bellini: Sinfonia da “Norma”
Vincenzo Bellini: Sinfonia da “Il Pirata”
Gioacchino Rossini: Sinfonia da “Il Barbiere di Siviglia”
Giuseppe Verdi: Gloria all’Egitto, Marcia Trionfale, Ballabile e Finale da “Aida”

L’artista.

Domenico Giovanni Famà, nato a Catania nel 1989, inizia giovanissimo gli studi musicali e chitarristici sotto la guida del M° Orazio Carrara. Successivamente viene ammesso presso il Conservatorio di musica “Stanislao Giacomantonio” di Cosenza dove, sotto la guida del M° Pietro Morelli, consegue brillantemente il diploma di Chitarra con il massimo dei voti. Attualmente si sta perfezionando presso la Scuola di Musica “F.A. Vallotti” di Vercelli, frequentando il Corso Internazionale di Interpretazione Chitarristica dell’ eminente chitarrista, compositore e musicologo M° Angelo Gilardino. Partecipa a diversi corsi di perfezionamento tenuti da importanti docenti di fama internazionale, tra cui Guido Salvetti, Angelo Gilardino, Giulio Tampalini, Fabio Federico e Gaelle Solàl. Consegue, inoltre, il 1° Premio Assoluto ai Concorsi Nazionali “Placido Mandanici”, “Tuttarte” e “Amigdala” ed il 1° premio al Concorso Internazionale “Magma”, al Concorso Nazionale “Premio Giuseppe Ierna” ed al Concorso Nazionale “G. E. Calì”. Si dedica allo studio del repertorio solistico del primo e del secondo Novecento (con particolare attenzione per i compositori britannici, spagnoli ed italiani) affiancando un’ intensa attività concertistica, promossa da diverse associazioni musicali e organizzazioni italiane (Filarmonica Teatro Rendano di Cosenza, Ibla Classica International – Teatro di Donna Fugata di Ragusa, Touring Club Italiano, O.D.A, Centro Fieristico e Culturale “Le Ciminiere”, “Novecento arte musica e cultura”, ARCES, Lions Club, Società Italiana “Dante Alighieri”, Kiwanis International, “Amici della Musica – Catania”, “Amici dell’Arte” – ERSU Catania, Castello di Leucatia – Comune di Catania). Sin dai primi anni di studio sviluppa un fortissimo interesse per la musica cameristica che lo spinge a fondare diverse formazioni musicali dal duo al quartetto, collaborando assiduamente con diversi professori d’orchestra del Teatro Massimo “V. Bellini” di Catania; tra queste il duo “Feux d’artifice” con il violinista Salvatore Domina e il duo “Reves Musicaux” con il soprano Emanuela Digregorio. Frequenta inoltre i corsi di musica da camera del M° Giulio Giurato. Parallelamente studia Composizione e Lettura della Partitura con il M° Enrico Dibennardo e viene ammesso al corso di Direzione d’orchestra presso il Conservatorio di musica “Vincenzo Bellini” di Palermo. Scrive e pubblica sue opere per chitarra sola (tra cui Metamorphosen e Sonatina per chitarra) e per diverse formazioni da camera (Verklàrung e Profumo di Maggio per violino, violoncello e chitarra) con le “Edizioni Musicali Novecento”. Si esibisce al Teatro “Alfonso Rendano” di Cosenza con l’orchestra del teatro per la produzione di “Die Dreigroschenoper” di Brecht-Weill con la regia di Massimo Venturiello e la cantante Tosca, sotto la direzione del M° Carmelo Caruso. In collaborazione con la Facoltà di Lettere e Filosofia di Catania si occupa di spettacoli teatrali e musicali, realizzati in occasione di convegni nazionali di letteratura presso l‘Auditorium “G. De Carlo”, curando l’esecuzione musicale e la scrittura di musiche di scena. È Presidente e Direttore Artistico dell’Associazione Culturale “Promethéus”.

EG.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button