fbpx
CronachePrimo Piano

Documenti falsi e favoreggiamenti, arrestato primario catanese al Civico di Palermo

Truffa aggravata ai danni dell’ente pubblico, falsità ideologica aggravata da pubblico ufficiale in atti pubblici e abuso d’ufficio. Sono alcune delle accuse mosse al primario di Neurochirurgia del Civico di Palermo, Natale Francaviglia. L’uomo, arrestato insieme a due infermieri e un agente di commercio, è originario di Catania. 

La misura cautelare degli arresti domiciliare, disposta dal gip Maria Cristina Sala, si aggiunge al sequestro preventivo per equivalente di oltre 43 mila euro.

Documenti falsi per le protesi e “favori” dietro pagamento

Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica ed eseguite dal Nas del capoluogo hanno permesso di disarticolare un’organizzazione finalizzata a perpetrare truffe ai danni del servizio sanitario regionale. Il modus operandi consisteva mediante la falsificazione di documenti e registri di carico e scarico del materiale protesico utilizzato negli interventi di chirurgia cranica e della colonna vertebrale. In particolare i dottori dichiaravano l’uso di dispositivi medici in numero notevolmente superiore rispetto a quello realmente impiantato sui pazienti nel corso degli interventi chirurgici.

In questo particolare contesto, Francaviglia, con la collaborazione di medici e infermieri del suo reparto, avrebbe inoltre favorito i suoi pazienti privati e paganti, evitando loro di iscriversi nelle  lunghissime liste d’attesa per gli interventi chirurgici. Il primario riusciva comunque a fare figurare i pazienti  come se avessero seguito le normali procedure istituzionali di ricovero.

Sequestrata la somma di 43.724 euro.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker