fbpx
NeraPalermo

Distrutta statua di Falcone allo Zen

Grave atto vandalico alla scuola Falcone-Borsellino, a Palermo,  davanti alla scuola dello Zen: è stata danneggiata la statua di Falcone. Alla statua è stata staccata la testa e un pezzo del busto usati poi come ariete contro il muro dell’istituto scolastico. Sulla vicenda è stata aperta una indagine.

“Oltraggiare la memoria di Falcone è una misera esibizione di vigliaccheria”: scrive su twitter il Presidente del Consiglio, Paolo Gentiloni.

Sdegno anche del capogruppo Pd alla Camera Ettore Rosato: “Hanno distrutto la statua di Falcone a Palermo. Un gesto vigliacco, come sono i mafiosi, ma che non fermerà le sue idee “.

“Esprimo la mia amarezza per tutto quello che è successo. Appena sono arrivata, lo sconforto e il dolore sono stati grandi. Perché atti di vandalismo ce ne possono essere tanti ma questo va al di là. Perché è stato colpito il simbolo, l’ideale in cui si incarnano tutti i valori che portiamo avanti e impartiamo a questi ragazzi” dichiara Daniela Lo Verde, preside dell’istituto comprensivo Giovanni Falcone, dove si è verificato l’atto vandalico contro il busto del magistrato ucciso dalla mafia.

“Di notte, contro la statua di Giovanni, dentro una scuola. È difficile immaginare qualcosa di più vile e squallido”. Così il presidente del Senato Pietro Grasso sulla sua pagina Facebook.   “Se è un’avvertimento mafioso – aggiunge – sarebbe una prova di debolezza, non di forza; se invece si trattasse del gesto di una banda di vandali sarebbe l’ulteriore conferma che dobbiamo ripartire dalla scuola, grazie all’impegno dei docenti che ogni giorno educano i cittadini di domani, e da un maggior controllo del territorio, per prevenire questo tipo di comportamenti. Abbiamo una certezza, non illudetevi: ogni volta che proverete a infangare la memoria di uomini come Falcone noi la proteggeremo.
E ogni volta che distruggerete una statua saremo pronti a ricostruirla”. “Quando si prende di mira una scuola – conclude il presidente del Senato – si vuole aggredire il futuro: sono vicino a chi vive, da studente o lavoratore, l’Istituto “Giovanni Falcone” di Palermo”. (ANSA)

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button