fbpx
Cronache

Distrutta la libreria sociale della piazzetta

Due atti di vandalismo nella piazzetta sociale in piazza Santa Maria di Gesù

Nuovamente devastata la Piazzetta, una sorta di centro sociale all’aperto, sito in Piazza Santa Maria di Gesù.

Due assalti, subiti nelle notti di venerdì e sabato, che hanno visto come bersaglio principale la libreria sociale, curata dai ragazzi della Comunità Resistente Piazzetta.

“Accade spesso, ma non sempre lo diciamo – commenta la PIAZZETTA. con un comunicato diffuso domenica attraverso Facebook – Accade spesso di stare un giorno intero in Piazzetta, andarcene, e ritrovare la mattina seguente tutto devastato. Però non lo diciamo sempre: per noia, per non essere ripetitivi, per non trasmettere incertezza, per non fare i piagnucoloni.

Il motivo però per cui scriviamo è informare chi segue la nostra pagina cosa succede in quella piazza, quali sono i rapporti di forza, quanto lavoro ci sta dietro, e soprattutto informare chi viene il giorno prima ad un laboratorio gratuito e il giorno dopo trova la Piazzetta in queste condizioni.

Come l’abbiamo trovata noi due sere fa, cioè tutta devastata, o come l’abbiamo trovata stamattina: la libreria, creata attraverso un cestino che qualcuno ha abbandonato nel marciapiede e che noi abbiamo riutilizzato per qualcosa di utile, è stata scassata e presa a fuoco attraverso dei pezzi di legno inseriti appositamente dentro. Un’immagine tristissima quella di stamattina. Tutto tornerà come prima chiaramente, ma ci teniamo a dire, nella speranza che gli autori leggano, che se li affligge o turba qualche problema possono risolverlo anche alla luce del giorno, con noi in Piazzetta, faccia e faccia…”.

Immediata la solidarietà e la condanna da parte dell’USB Scuola Catania : “Questo ennesimo attacco alla Piazzetta accade all’indomani dello sciopero studentesco contro l’alternanza scuola lavoro e tutta una serie di iniziative che hanno visto questa Comunità in prima fila nella lotta. L ‘USB, esprimendo l’incondizionata solidarietà  alla Piazzetta, condannando i vili assalti, non può non evidenziare il clima intimidatorio che vige a Catania, fra repressione poliziesca e azioni squadristiche”.

 

 

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button