fbpx
CronachePrimo Piano

Disabile violentata a Troina: l’orco è un operatore sanitario

È un’operatore sanitario dell’Oasi di Troina l’uomo che avrebbe violentato e messo incinta una ragazza disabile durante il lockdown ricoverata nella struttura. La giovane era positiva al Covid19: in primavera, infatti, l’Oasi di Troina era dichiarata zona rossa. A denunciare l’accaduto, il legale della famiglia della vittima che soffre di gravissime patologie connesse ad una rara malattia genetica.

La Squadra Mobile di Enna ha fermato come indiziato di delitto un operatore sanitario della struttura, L.A., di 39 anni. L’uomo è accusato di violenza sessuale aggravata dall’aver commesso il fatto ai danni di una donna disabile e nel momento in cui la stessa era a lui affidata.

I Procuratori di Enna, Stefania Leonte e Orazio Longo, al termine del lungo interrogatorio, hanno disposto il fermo:  l’operatore ha, infatti, confessato.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker