fbpx
CronachePrimo Piano

Direzione Marittima di Catania. Avvicendamento al Comando

L'Ammiraglio Martinez lascia il posto al Contrammiraglio Russo. Alla cerimonia presenti anche l'Arcivescovo Gristina e il Sindaco Pogliese.

Si è tenuta questa mattina alle 10.00 presso la Capitaneria di Porto di Catania la cerimonia di avvicendamento tra i direttori marittimi della Sicilia Orientale.

La cerimonia di avvicendamento alla Direzione marittima Sicilia Orientale

A presiedere alla cerimonia il Comandante generale delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera l’ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino. A cedere il posto, dopo due anni passati al comando della Direzione Marittima di Catania, l’Ammiraglio Ispettore Gaetano Martinez. Dopo oltre 35 anni di servizio lascia il servizio attivo e passa in forza ausiliaria.

Dopo la formula del “riconoscimento”, a prendere il comando della Direzione Marittima è stato il Contrammiraglio Giancarlo Russo. Catanese di nascita il 59enne Russo proviene dalla Direzione Marittima della Calabria e Basilicata Tirrena. La sua carriera è iniziata nel 1986, quando entrò nel Corpo delle Capitanerie di Porto. In passato ha comandato gli uffici Marittimi di Pozzuoli, Augusta, Trapani e Reggio Calabria. Ha anche ricoperto ruoli di rilievo presso il Reparto Sicurezza della Navigazione del Comando del Corpo della Capitanerie di Porto.

Presenti alla cerimonia Tante autorità cittadine tra le quali l’Arcivescovo Salvatore Gristina e il Sindaco di Catania Salvo Pogliese.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Russo: «Impegno moltiplicato per la collettività»

Ai microfoni de L’Urlo  Russo, appena insediatosi alla Direzione Marittima,  ha assicurato che “l’impegno sarà moltiplicato a 1000, per il dovere cha abbiamo sottoscritto e per la riconoscenza e un obbligo morale per questa terra”. Vi sarà un maggiore impegno alla ricerca continua tesa a migliorare i servizi che dobbiamo rendere alla collettività”. Poi ha aggiunto che “Lo specchio d’acqua dello Ionio in generale ha tutta una serie di peculiarità che dovranno essere affrontate e monitorate. Dobbiamo cercare di arrivare ad degli usi civici ottimali del mare nel pieno rispetto della tutela ambientale e della risorse idriche”.

Pettorino: «Controlliamo 500 mila chilometri quadrati»

Il Contrammiraglio Ispettore Capo Pettorino, ha ringraziato Martinez per i tanti anni di servizio svolti. Poi ha ammesso di essere legato al territorio “già dopo qualche mese di servizio che è sempre svolto al contatto con la gente. Tra i nostri compiti quello della ricerca e del soccorso in mare e molto importante. La nostra area Sar è di circa 500 mila chilometri quadrati, un po’ meno del doppio del territorio nazionale pari a 304 mila chilometri”. L’Urlo.

Tags
Mostra di più

Salvatore Giuffrida

Classe 70. Giornalista per passione ma nella vita passata chimico e topo di laboratorio. Un buon vino ed un piatto tipico sono sempre ben accetti. Per gli animali un amore sconfinato.
Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker