Amore e SessoLifeStyle

Dimensioni del pene: fattore ereditario?

Le dimensione del pene. Trattasi di fattori ereditari? Scopriamolo!

Spesso il dna non mente, ed in quanto tale, caratterizza elementi del nostro aspetto fisico che definiscono noi ed il nostro albero genealogico. E se la mela non cade mai lontana dall’albero, non c’è modo migliore per dirvi che la dimensione del pene è un fattore ereditario.

Normalmente e volgarmente si fa riferimento alla genetica in merito ad argomenti che riguardano in particolare gli aspetti somatici del nostro volto, la prima cosa che banalmente ci permette di dimostrare somiglianza con un parente. Ma la genetica non si smentisce mai e condiziona così anche la misura media del membro della nostra prole.

Bando alle ciance, andiamo al concreto.

La maggior parte della crescita di un pene umano avviene tra l’infanzia e l’età di cinque anni e tra circa un anno dall’inizio della pubertà e circa 17 anni di età al più tardi.

Ad avere grande importanza nel fattore crescita dell’organo genitale maschile sono il testosterone e l’ormone della crescita. La dimensione del fallo è infatti positivamente correlata ai livelli di testosterone in aumento durante la pubertà. Anche il GH o ormone della crescita sono coinvolti nella sua dimensione.

Oltre al fattore genetico, che come abbiamo visto interpreta un ruolo preponderante nellambito, viene affermato che alcuni fattori ambientali come la presenza di disgregatori endocrini, possono influenzare la crescita del pene.

Uno strumento adulto con una lunghezza eretta inferiore a 7 cm, ma normalmente conformato, è indicato in medicina come micropene.

A partire dal 2015 una revisione sistematica delle migliori ricerche su questo tema ha concluso che la lunghezza media di un pene umano eretto è di circa 13,12 ± 1,66 cm.

Ovviamente è plausibile pensare che ci sarà sempre l’eccezione alla regola! Quindi rivolgendosi ad un pubblico maschile, potreste avere un piolo grosso ma una parentela di peni piccoli o viceversa.

Seppur si tratti di genetica, non avere un pene grande, costitutisce l’avere una grande pena? Non preoccupatevi!

La percezione della dimensione del pene è specifica della cultura. Nella antica Grecia, come anche nell’arte rinascimentale, un piccolo fallo non circonciso era percepito come desiderabile in un uomo; al contrario un pene grande o circonciso era considerato comico o grottesco.

Tags
Mostra di più
Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.