PoliticaPrimo Piano

Diciotti, Salvini sfotte i manifestanti pro-immigrati di Catania – Nave Diciotti, Procura: siano fatti sbarcare i minori

Da quando è attraccata la nave Diciotti della Guardia Costiera al Porto di Catania qualche decina di manifestanti antirazzisti sostano solitari sul molo. Sono armati di qualche striscione un po’ vintage e chiedono che l’Italia apra i suoi porti, e in particolare il porto di Catania, allo sbarco dei migranti che transitano nel Mediterraneo.

Lotta dura senza paura armati di arancini

Già per stasera i manifestanti hanno annunciato l’inizio di una “lotta dura e senza paura” contro il Governo e contro il Ministro Salvini accusato da più parti di aver sequestrato e 177 persone a bordo della Diciottti.

Per le 20:30 i manifestanti hanno minacciato di raggiungere il porto con una guantiera di arancini al sugo, rigorosamente comprati da Savia, da offrire simbolicamente ai migranti.

Sul molo, in queste ore, quei pochi manifestanti presenti sono sovrastati in numero dai giornalisti e dagli schieramenti delle forze dell’ordine.

La città è assente

E anzi, sembra abbastanza ostile visto che sulla pagina di Salvini si è scatenato un vero e proprio linciaggio mediatico. In prevalenza, si tratta di commenti scritti da utenti catanesi. Il Ministro, da parte sua, visti gli esigui numeri – diciamocelo: sono 4 gatti – dei dimostranti presenti al porto, approfitta per sfotterli sulla sua pagina facebook.

Ecco alcuni commenti dei supporter di Salvini

Oltre 1200 like in pochi minuti al commento di Salvo Scolaro che da dei “topi di fogna” ai manifestanti pro-migranti.

(In aggiornamento)

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.