fbpx
CronachePrimo PianoSenza categoria

Diciotti: la scabbia, la rabbia degli armatori e gli scontri

Scontri per la Diciotti e le manifestazioni del pomeriggio

La situazione al porto di Catania è pronta ad implodere da un momento all’altro. Per oggi pomeriggio alle 17.00 è prevista una conferenza stampa e successivamente una protesta organizzata da tutte le realtà che sono per l’apertura dei porti. Oggi sarà il momento clou delle manifestazioni che si sono susseguite al porto negli ultimi giorni e quasi sicuramente non mancherà neanche la controparte a favore del Ministro Salvini. Quindi non si escludono scontri, come già verificati giovedì e la notte tra giovedì e venerdì, tra i rappresentanti di Forza Nuova e i manifestanti che chiedono di fare scendere i migranti dalla nave Diciotti.

Ieri alla questura di Catania si è tenuta una conferenza dei servizi per fare il punto della situazione. È stato deciso che il traffico veicolare sarà precluso al porto a partire dalle ore 12.00 anzichè dalle 17.00. Gli armatori e gli operatori dello scalo navale sono anche loro sul piede di guerra.

La Scabbia sulla nave

Durante la conferenza dei servizi alla questura si è parlato anche della questione igienico sanitaria sulla nave. Come ha dichiarato il procuratore di Agrigento Luigi Patronaggio, che sulla Diciotti è voluto salire, sull’imbarcazione regna la scabbia. “I cattivi odori che ti restano addosso” ha detto

Alla questura si parla di almeno 30 casi accertati con la malattia infettiva ma il bilancio è destinato ad aumentare. La situazione è critica e in estrema difficoltà. Le persone con le condizioni più difficili di salute sono fatte state scendere subito. E allo stato si pensa come fronteggiare i rischi legati alla sicurezza pubblica.

F.F.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button