fbpx
Politica

Democrazia partecipata: a Catania telecamere contro le discariche abusive

Catania: impianti di video sorveglianza dislocati nelle aree dove regna la pratica delle micro discariche abusive di rifiuti che degradano il contesto urbano e ambientale.

Lo stabilisce la consultazione pubblica, in ossequio alla legge regionale 5 che destina la quota del 2% delle somme trasferite dalla Regione Siciliana, 240 mila euro, per essere spesa con forme di “democrazia partecipata utilizzando strumenti che coinvolgono la cittadinanza per la scelta di azioni di interesse comune”. Il progetto ottiene, infatti, il 39,6% delle preferenze.

Un grande SI per la Catania Green

Al secondo posto, con il 31,8%, si trova, invece, il progetto di realizzare nuovi parchi giochi per bambini e aree per gli amici a quattro zampe. Segue la riqualificazione della fontana e illuminazione Piazza Europa, con il 15 %. In quarta posizione, infine, con il 13,6 %, il progetto di mille fontanelle di acqua pubblica per le vie di Catania.

“Seppure non obbligati perché in condizioni di dissesto e il periodo di pandemia, abbiamo condotto una consultazione con progetti tutti di assoluto valore ambientale, con una pluralità di canali per esprimere la scelta” afferma il vicesindaco Roberto Bonaccorsi. “Già nei prossimi giorni- continua- avvieremo le procedure di gara per posizionare le telecamere nel territorio urbano e garantire il patrimonio ambientalistico delle città, un fattore importante per la vivibilità cittadina. Faremo quanto possibile, nei limiti delle risorse disponibili, per attuare anche gli altri progetti che meritano anch’essi di essere concretizzati”.

G.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker