fbpx
NeraSenza categoria

Delitto Passafiume, dopo 25 anni arrestato presunto colpevole

Dopo 25 anni dal delitto di Diego Passafiume, sarà fatta giustizia.

Infatti i  Carabinieri del reparto Operativo di Agrigento hanno arrestato, su ordine di custodia cautelare in carcere firmata dal gip e richiesta dalla Dda di Palermo, Filippo Sciara il presunto esecutore materiale dell’omicidio dell’ imprenditore nel settore del movimento terra.

Sciara, 54 anni, pare sia vicino alla famiglia mafiosa di Siculiana e ritenuto coinvolto anche nel sequestro del piccolo Giuseppe Di Matteo, il bambino di 12 anni sciolto nell’acido per far tacere il padre, Santino ex mafioso e collaboratore di giustizia.

L’omicidio

Passafiume venne assassinato 25 anni fa, all’età di 41 anni, il 22 agosto del 1993. L’uomo venne colpito con tre colpi di fucili, uno delle quali arrivò al volto.

L’imprenditore era “colpevole” di non esser sceso a patti con le cosche mafiose per la spartizione dei sub appalti nel settore del movimento terra e del trasporto di inerti.

Le prime indagini, a carico di ignoti erano state archiviate fino a quando non sono arrivate alcune testimonianze- chiave da parte dei collaboratori di giustizia.

Ma solo nel 2017 è avvenuta una vera e propria svolta al caso. Infatti i Carabinieri del reparto Operativo hanno mostrato ai parenti della vittima, purtroppo presenti durante l’omicidio, alcuni album fotografici al fine di favore l’identificazione del reo. Missione compiuta poiché tutti i sospetti si sono concentrati su Sciara.

I collaboratori di giustizia Pasquale Salemi, Maurizio Di Gati e Giuseppe Salvatore Vaccaro hanno accusato Sciara per omicidio premeditato, con l’aggravante d’aver agevolato Cosa Nostra.

EG.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button