fbpx
Cronache

Dazi sulle arance Sicilia, Confragricoltura: “Mannaia per migliaia di imprese agricole”

Entreranno in vigore dal prossimo 18 ottobre, i dazi destinati agli Usi che porteranno una tassazione incrementata del 25% su molti prodotti Made in Italy. 

Interviene così il presidente di Confagricoltura Catania Giovanni Selvaggi: «I nostri produttori non possono pagare il prezzo di una controversia che si è aperta per l’irregolare elargizione di sussidi europei al costruttore aereo Airbus. Arance, mandarini e clementine subiranno dazi esosi che metteranno a rischio milioni di euro di esportazioni. Ma anche migliaia di posti di lavoro e la sostenibilità economiche delle aziende agricole che vivono in costante affanno. Il governo si attivi per scongiurare I dazi che potrebbero fare esplodere una macelleria sociale di proporzioni inaudite specie al Sud e in Sicilia in termini di posti di lavoro e fatturato».

Selvaggi, che è anche presidente del Consorzio Arancia Rossa di Sicilia IGP, aggiunge: «A chi si dovranno rivolgere I produttori? A questa Unione Europea che li bistratta, che li espone alla concorrenza sleale dei paesi magrebini e che non controlla le frontiere? A chi dovranno rivolgersi per chiedere semplicemente il diritto di poter lavorare? Stiamo parlando delle nostre arance. In particolare le rosse che rappresentano una eccellenza in tutto il mondo e che dovrebbero essere tutelate dalle istituzioni. Dopo una legge sul capolarato che presenta molte zone grigie penalizzanti per gli imprenditori onesti, lo spauracchio dell’aumento del gasolio per I mezzi agricoli è arrivato l’ennesimo schiaffo. È il momento di dire basta a queste dissennate politiche che stroncano l’industria».

«Adesso, come ha già giustamente chiesto il presidente nazionale di Confagricoltura Massimiliano Giansanti, si proceda ad una trattativa diretta con gli Usa. A pagare il prezzo di uno scontro su una azienda franco – tedesca non possono essere gli agricoltori e gli imprenditori italiani», conclude Selvaggi.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.