fbpx
CronacheNews in evidenza

Dai domiciliari in carcere per rapina aggravata

carabina a canne mozzeIeri notte, i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo hanno arrestato Vassallo Danilo, 23enne, e Laudani Alfio, 22enne, entrambi già ai domiciliari, dando esecuzione a due ordini di carcerazione emessi dalla Procura della Repubblica del Tribunale di Catania, ritenuti responsabili di rapina aggravata, ricettazione e armi, reati commessi il 18 febbraio 2014 a Santa Venerina CT).

In quella circostanza i due furono arrestati dai Carabinieri, poiché di sera, a bordo di una Volkswagen Golf, si recarono a Santa Venerina, nella frazione Linera e rapinarono il supermercato Eureka-Conad.  Il primo con il volto scoperto ed armato di fucile a canna mozzata entrò all’interno del supermercato puntando l’arma all’indirizzo della cassiera costringendola a consegnargli 300 euro contenuti nella cassa. I militari subito intervenuti avviarono delle accurate indagini ed acquisirono le immagini registrate dall’impianto di video sorveglianza  installato  e  le testimonianze dei clienti presenti nel supermercato che permisero di identificare e rintracciare i malviventi rinvenendo e sequestrando la carabina ad aria compressa con matricola abrasa  e canna mozzata, utilizzata durante la rapina.

Il 23enne è stato condannato a 4 anni e 8 mesi di reclusione mentre il 22enne è stato condannato a 3 anni e 8 mesi di reclusione.

Gli arrestati sono stati associati nel carcere di Piazza Lanza, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button