fbpx
CronacheNews

Commercianti acesi in rivolta prima al consiglio poi in pizzeria dove c’è D’Agostino

In 100 ieri hanno preso d’assalto l’aula consiliare del municipio di Acireale durante il consiglio comunale.

Un centianio di commercianti ed una ventina di residenti di via Galatea e via Marzulli. Insieme ai commercianti erano presenti anche i rappresentanti di categoria Confartigianato, Confcommercio, CNA, UCICT.

La protesta nasceva con l’intento di attrarre l’attenzione dei membri del consiglio sulle difficoltà riscontrate dai commercianti da che è stata istituita la zona a traffico limitata.

“Applausi e richiami diretti ai consiglieri” Mario Aleo del Cna racconta così la manifestazione in aula.

Quando il consigliere di minoranza Nino Sorace, sostenuto da tutta l’opposizione, ha chiesto di poter intervenire sull’ordine del giorno il presidente del consiglio Rosario Ranieri ha sospeso il dibattito in aula. Va chiarito se l’argomento Ztl potesse essere tirato in ballo senza specifica previsione nell’ordine del giorno oppure no.

13700001_10208798546774894_1625108376590189310_nAd ascoltare i  manifestanti in via ufficiosa è stato il vice sindaco Nando Ardita, che si è preso l’impegno di interpellare il sindaco (ieri assente in aula) ed il consigliere Rito Grego, che ha promesso un tavolo tecnico.

Finito il consiglio una parte dei manifestanti si è radunata in assemblea con alcuni consiglieri in via Marzulli nella sede della Confcommercio.

 

 

Altri invece, una trentina circa, hanno continuato la protesta da Frumento, la pizzeria poco distante il municipio, dove in quel momento stava cenando l’onorevole alla regione Nicola D’Agostino.

Il deputato acese, seduto nei tavoli all’esterno con degli ospiti romani, racconta di essere stato investito da un’orda di persone che lo ha insultato con fare intimidatorio. Sono dovute intervenire le forze dell’ordine per placare gli animi.

13690737_10208798805501362_5262563244589940780_n«In politica si accettano le critiche, la protesta al consiglio ci può stare tutta, ma certamente è inammissibile che si venga ad insultarmi mentre mi trovo a cena – afferma D’Agostino – potrei anche sporgere denuncia ma non lo farò; mi aspetto però che mi vengano rivolte le scuse formali e per iscritto da parte dei rappresentanti di categoria che pure erano presenti a gridarmi contro. Pretendo le scuse non per il mio onore ma per il decoro di questa città che ieri ha registrato atti di pura inciviltà».

 

Secondo D’Agostino la protesta di ieri sera in particolare quella verificatasi davanti al locale ai suoi danni è il frutto di una strumentalizzazione politica.

[Le foto pubblicate nell’articolo sono di Marco Di Bella per Fancity Acireale]

 

 

 

 

 

 

 

Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button