fbpx
LifeStyleSocietà

Cutelliani Vs Spedalieroti. La contesa dei Classici Catanesi

La notte dei licei classici anima la tradizionale contesa tra il Cutelli e lo Spedalieri. Tra “figli di papà” e “poveri comunisti”.

Prescelto per i festeggiamenti è il liceo di via Firenze mentre allo Spedalieri c’è stata l’occupazione. Il tradizionale scambio di insulti, in questi giorni, si è intesificato sui social. Tutto inizia da un “Spedalieri Suca” cui prontamente risponde uno spedalierota che riesce a fare buona lezione “Impegnatevi a dare importanza al liceo classico non al Cutelli perchè tra qualche anno, sia Cutelli che Spedalieri potrebbero non esistere più – si legge – e adesso invece di insultare peggio di scaricatori di porto tornate a studiare greco che lunedì vi azziccano” e si conclude in saggezza.

15965356_1917185555171792_8668275602897981423_nMa il post viene ripreso e commentato nella pagina ufficiale del Cutelli Average Cutellian 16113965_1917185558505125_5763627786966546464_nGuy segnalando, con tanto di foto, la pessima gestione durante l’occupazione “Mi sembra che voi Spedalierioti vi siate dimenticati dello schifo che avete fatto durante l’occupazione. Sì, c’e cacca su quella cattedra” Gli scatti sono eloquenti ma lo scritto non passa inosservato e comincia la zuffa digitale tra le due fazioni. A sorpresa chiosa uno studente dell’Archimede “L’archimede manda un grande suca ad entrambe le scuole”.

Ma la battaglia digitale non si fa solo tra gli studenti, a battersi per il buon nome della scuola ci sono anche gli ex studenti come l’avvocato Michele Giorgianni, ex presidente della Multiservizi, ed il giornalista Paolo Di Caro “Siamo stati invitati alla notte bianca dei licei nella nostra scuola o più semplicemente nell’unico liceo classico catanese: il liceo Nicola Spedalieri – scrive Giorgianni sulla sua bacheca – So che qualcuno sta pensando che la premessa é errata, che esistono altri licei, ma questo é un post sentimentale, quindi, per piacere non rompete con le inutili precisazioni, per me ne esiste solo uno.”

E via con i commenti nostalgici rotti ad un certo punto da una ex cutelliana che con la sua risposta “Il Cutelli era il centro… Punto di incontro di tanta gente… La vostra scuola no… E chi ci doveva venire facevate calare il latte… Ahahahhahahahhahah che noiaaaa” ha fatto uscir fuori, bene inteso simpaticamente, l’antica e funesta antitesi

risp

Insomma guerra perpetua che non riguarda solo i licei classici ma che investe anche gli altri istituti: Archimede Vs Marconi; Boggio Lera Vs Galileo Vs Principe Umberto.

Poi però chi si se lo sarebbe aspettato tanto livore dai latinisti?

Mostra di più

Fabiola Foti

38 anni, mamma di Adriano e Alessandro. Giornalista da 20 anni, può testimoniare il passaggio dell'informazione dal cartaceo al web e, in televisione, dall'analogico al digitale. Esperta in montaggio audio-video e in social, amante delle nuove tecnologie è convinta che il web, più che la fine dell'informazione come affermano i "giornalisti matusa", rappresenti una nuova frontiera da superare. Laureata in scienze giuridiche a Catania ha presentato una tesi in Diritto Ecclesiastico. Ha lavorato per: TRA, Rei Tv, Video Mediterraneo, TeleJonica, TirrenoSat, Giornale di Sicilia. Regista e conduttrice del format tv di approfondimento Viaggio Nella Realtà. Direttore di SudPress per due anni. Già responsabile Ufficio Stampa per Società degli Interporti Siciliani e Iterporti Italiani. Già responsabile Comunicazione e Social per due partiti. Attualmente assistente parlarmentare con mansioni di Ufficio Stampa presso il Parlamento Europeo. Fondatore della testata online L'Urlo.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button