fbpx
GiudiziariaPrimo Piano

Sparatoria a Librino: in manette il presunto boss dei “Cursoti milanesi”

Fermo convalidato per Carmelo Di Stefano, detto “pasta cca sassa”, presunto reggente del clan dei “Cursoti Milanesi”, e Martino Carmelo Sanfilippo, suo braccio destro. Entrambi sono ritenuti responsabile della sparatoria avvenuta l’otto agosto in viale Grimaldi, nel quartiere popolare di Librino, dove hanno perso la vita due persone. Le vittime, Luciano D’Alessandro e Vincenzo Scalia sono state mortalmente ferite a colpi d’arma da fuoco.

Le indagini hanno svelato come, dietro il conflitto, si celasse una faida tra il clan catanese dei Cappello e quello dei Cursoti Milanesi. Una ferita culminata in uno spargimento di sangue. Pochi giorni dopo, i carabinieri avevano eseguito il provvedimento di fermo per cinque persone: Antonino Marco Sanfilippo, Roberto Campisi, Santo Tricomi, Sanfilippo e Di Stefano.

Per i primi tre il Gip non ha ritenuto non grave il quadro indiziario e pertanto ne ha disposto la scarcerazione. Secondo quanto emerso dalle indagini, il regista della sparatoria sarebbe lo stesso Di Stefano, mentre Sanfilippo si sarebbe “sporcato” le mani colpendo Luciando D’Alessandro, una delle vittime e ferito Concetto Alessio Bertucci.

E.G.

 
Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker