fbpx
CronachePalermo

Cuffaro libero: “il carcere è servito alla mia anima”

Torna in libertà, dopo 5 anni di carcere, l’ex presidente della regione Totò Cuffaro. E’ arrivato nell’abitazione della madre Ida a Raffadali e ad accoglierlo con un lungo applauso, una sessantina di persone: pochi i politici se non quelli di Raffadali, tanta la gente del suo paese. “Non farò più politica – ha ribadito Cuffaro ai giornalisti – . Mi occuperò dei diritti dei detenuti. Sono contro la pena di morte e contro l’ergastolo ostativo. Ho visto tante persone, con ergastolo ostativo, suicidarsi”.

E come chi ha trascorso un periodo di grande catarsi interiore Cuffaro ne esce da saggio. Intervistato all’ingresso del carcere romano di Rebibbia, porta con sè uno scatolone contenente le 14.000 lettere che ha ricevuto durante il suo periodo di detenzione. Dice di non voler parlare di politica eppure le sue risuonano come le più interessanti parole proferite da un politico negli ultimi anni.

Cuffaro, condannato a sette anni per favoreggiamento aggravato alla mafia, è stato in carcere meno di cinque anni: 4 anni e 11 mesi. Ora che ha chiuso i conti con la giustizia, grazie all’indulto di un anno per i reati “non ostativi” e lo sconto di 45 giorni ogni sei mesi per buona condotta, torna uomo libero. Per lui è la fine di un incubo (gli amici lo chiamano “calvario”) che vuole vivere in una dimensione privata.

“La politica attiva, elettorale e dei partiti – ha detto Cuffaro – è un ricordo bellissimo che non farà parte della mia nuova vita. Ora ho altre priorità. Ho amato la politica e non rinnego nulla di ciò che ho fatto – ha aggiunto – non mi sento tradito. Nella mia coscienza – ha detto ancora Cuffaro -sono innocente. Sono andato a sbattere contro la mafia. Tornassi indietro metterei un airbag. Ho fatto degli errori, non mi voglio nascondere – aggiunge – io li ho pagati, altri no. Ora credo di avere il diritto di ricominciare

“Io sono l’unico in tutta Italia che ha perso il vitalizio, neanche a Roma lo hanno tolto” Cuffaro afferma parlando del suo futuro “la politica non è cambiata è rimasta la politica di sempre, solo nasconde le cose in posti diversi”.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.