fbpx
CronachePrimo Piano

Covid, la nuova ordinanza di Musumeci: cosa cambia per Natale

La nuova ordinanza del Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, firmata in accordo con il Comitato tecnico scientifico, i medici di base e il Presidente dell’ANCISicilia, entrerà in vigore da lunedì 14 dicembre fino a giovedì 7 gennaio. 

Registrarsi sul portale per chi arriva in Sicilia

In previsione di un ipotetico esodo natalizio da Nord a Sud è prevista la registrazione sulla piattaforma di riferimento nonché possedere la comprovata negatività al Coronavirus, mediante effettuazione del tampone molecolare, dopo massimo 48 ore dall’arrivo. Esclusi sia i pendolari sia i cittadini siciliani che hanno lasciato l’Isola per un periodo inferiore a 4 giorni.

Tamponi rapidi nei drive-in

Se il viaggiatore non può sottoporsi al tampone molecolare può recarsi nei drive-in dedicati all’esecuzione del tampone “rapido” antigenico. In caso di esito positivo, si seguono le procedure previste per i soggetti positivi al virus: ripetizione del tampone molecolare e presa in carico da parte del Sistema sanitario regionale. Se negativo, potrà recarsi al domicilio, ma è consigliato sottoporsi nuovamente a tampone antigenico dopo 5 giorni. In alternativa: recarsi presso un laboratorio autorizzato per sottoporsi al tampone molecolare, a proprie spese.

Isolamento fiduciario

Chi, invece, non seguirà nessuna delle procedure sopra indicate, come altra ipotesi, avrà l’obbligo di porsi 
in isolamento fiduciario per 10 giorni, presso il proprio domicilio, dandone comunicazione al rispettivo medico di medicina generale.

“Contapersone” nei centri commerciali

Al fine di contenere l’avanzata natalizia del virus oltre alle consuete misure obbligatorie quali: distanziamento interpersonale di almeno un metro, il ricambio d’aria nonché la ventilazione dei locali, i titolari degli esercizi sono tenuti a comunicare all’Asp il numero massimo dei clienti ospitabili. I Centri commerciali, inoltre, dovranno munirsi di strumenti “contapersone” agli ingressi, limitando e scaglionando gli accessi.

Obbligo di registrazione dei clienti per ristoranti e pizzerie

Sotto osservazione anche i clienti nei ristoranti e nelle pizzerie. I titolari di queste attività, infatti, hanno l’obbligo di conservare l’elenco dei clienti serviti ai tavoli, per un periodo di almeno 2 settimane, nel rispetto della normativa vigente sulla tutela dei dati personali, così da garantirne la disponibilità per le autorità sanitarie.

Potere dei sindaci

I sindaci, tuttavia, potranno consentire agli esercizi pubblici l’orario continuato e adottare, eventualmente, misure limitative di accesso alle aree comunali, per evitare assembramenti e stazionamenti prolungati. Per questi compiti potranno attivare anche personale delle associazioni di volontariato.

Coinvolgimento dei medici e dei pediatri

L’ordinanza di Musumeci prevede anche il coinvolgimento dei medici di Medicina generale e i pediatri di libera scelta, che supporteranno le Asp per tutta la durata del periodo emergenziale, nella gestione dei pazienti Covid-19 positivi o sospetti tali, effettuando i tamponi antigenici rapidi o di altro test.

G.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button