fbpx
Sanitá

Covid-Hospital rivalutato il Vittorio Emanuele

Come riportato da “Live Unict” molte sono le strutture in disuso che si stanno risistemando per creare dei “Covid-Hospital”.

Infatti, la Giunta ha predisposto la sistemazione di alcune aree sanitarie per ospitare i malati e gli infetti della pandemia Covid-19.

Tra le favorite, nell’area etnea, risulta vincente una palazzina dell’ex ospedale Vittorio Emanuele di Catania dotata di stanze con ossigeno e postazioni in sala operatoria adibite al reparto malattie infettive.

In tal modo, si andrebbero ad alleggerire quelle strutture ospedaliere ormai sature come l’ospedale San Marco sito a Librino, dove i posti di terapia intensiva sono esauriti da tempo.

Infatti, molti dei pazienti in cura sarebbero già stati trasferiti presso il reparto di Rianimazione del Policlinico.

Importantissima, inoltre, la richiesta di personale medico per sopperire alle mancanze di alcuni reparti ospedalieri.

In particolare, l’Ospedale Cannizzaro cerca medici e infermieri specializzanti con contratti di assunzione parziale prorogabili fino al 31 dicembre 2020.

I requisiti per l’assunzione: medici specializzati in anestesia, rianimazione, malattie infettive, medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza, così come specializzanti del penultimo e/o ultimo anno di quinquennale.

La situazione di estrema emergenza sanitaria regionale è in via di gestione secondo le direttive emanate dal dipartimento di Pianificazione strategica dell’assessorato della Salute.

Infatti, la regione stima lo stanziamento di 1000 nuovi posti letto in accordo con gli enti ospedalieri privati per la circolazione di personale medico qualificato proveniente dalle strutture private, messo a disposizione in quelle pubbliche per un bene superiore, la salute collettiva.

Infine, continuano i controlli per i siciliani fuori sede rientrati dalle Zone Rosse del Nord Italia, in prevalenza giovani, che sono monitorati dal medico di famiglia e obbligati all’isolamento casalingo per il periodo di 14 gg dal rientro.

G.G.

 

 

 

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker