fbpx
CronachePrimo Piano

Comune di Catania: costituito un nucleo contro l’evasione tributaria

Una task force per combattere l’evasione tributaria è stata costituita dal Comune per volere del sindaco Salvo Pogliese e dal vicesindaco e assessore, con delega alle Finanze e ai Tributi Roberto Bonaccorsi.

La giunta comunale, infatti, ha adottato una specifica delibera con cui viene stabilito un nucleo di lavoro per valutare tutti i segnali che possano nascondere comportamenti evasivi o elusivi. Saranno così indicati gli elementi necessari e incamerando i relativi dati per motivare e fondare atti impositivi in materia di tributi locali, quali Imu, Tari, Tasi, occupazione suolo pubblico, affissioni. Il gruppo di controllo tributario, è formato da dipendenti interni all’Ente per esercitare una specifica attività di controllo, accertamento e recupero dei tributi locali.

«L’Amministrazione ha avviato una serrata lotta all’evasione tributaria visto anche l’altissimo tasso di catanesi che non pagano la Tari. Giusto e doveroso formalizzare in un atto organizzativo questa opera di ricerca dei furbi che non vogliono pagare quanto è dovuto per il servizio di raccolta e smaltimento rifiuti. Peraltro, è noto il mio impegno per fare inserire il tributo comunale nella bolletta dell’energia elettrica. In attesa della legge nazionale in tal senso, intanto noi diamo l’esempio. Nasce così l’istituzione un gruppo di lavoro che ha come scopo scovare gli evasori e far si che a pagare siano tutti. L’unico modo per diminuire i costi della Tari, un’azione ancora più incisiva e dettagliata di quella avviata nei mesi scorsi, di contrasto all’evasione e all’elusione tributaria», dichiara il sindaco Salvo Pogliese.

Controllo, accertamento e recupero dei tributi locali

Il nucleo tributario è formato da dipendenti interni all’Ente ed eserciterà una specifica attività di controllo, accertamento e recupero dei tributi locali. L’Amministrazione Comunale ha previsto inoltre un’area lavorativa interna alla ragioneria generale diretta da un dipendente di categoria D, che assumerà la titolarità della posizione organizzativa.

«Si tratta di un servizio – ha spiegato l’assessore Bonaccorsi – in grado di determinare una maggiore coinvolgimento e autonomia delle entrate. Assume un ruolo importante per una corretta e attenta erogazione delle spese, creando un sistema di responsabilizzazione, crescita e sussidiarietà. Il contrasto all’evasione è il principale strumento che consente alle amministrazioni pubbliche di recuperare risorse per erogare servizi migliori e rispondere alle esigenze dei cittadini che giustamente richiedono maggiore efficienza».

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker