fbpx
CronacheNews

Cosimo Indaco nuovamente incaricato come commissario all’Autorità Portuale

Quando si dice, mai dire mai! Cosimo Indaco, con Decreto di nomina Commissario del 13-10-2015, è ancora il commissario all’Autorità Portuale! Così’ ha deciso il Ministero dei Trasporti e delle Infrastrutture. Indaco, fortemente “caldeggiato” dal sindaco Enzo Bianco, era stato nominato comissario un anno fa! Poi una proroga. E ora? Altri sei mesi!

Del resto, qualche giorno chi c’era all’incontro Comune Catania-Governo? Ecco qui, leggete:

“…Oltre a De Vincenti e Bianco alla riunione c’era il direttore dell’Agenzia coesione territoriale Maria Ludovica Agrò. Presenti anche, per la presidenza del Consiglio il direttore del Dipartimento politiche per la coesione Vincenzo Donato, il capo della segreteria tecnica del Sottosegretario Laura Cavallo, e Bianca Maria Scalet e Silvia Valli. Per il Comune di Catania c’erano gli assessori Luigi Bosco, Salvo Di Salvo, Giuseppe Girlando e Valentina Scialfa, il direttore e segretario generale Antonella Liotta, il capo di gabinetto Massimo Rosso e il consulente del sindaco per i rapporti istituzionali Francesco Marano. Presenti alla riunione anche l’ad della Sac Gaetano Mancini e il commissario straordinario dell’Autorità portuale Cosimo Indaco

Mostra di più

Marco Benanti

45 anni, ex operaio scaricatore alla base di Sigonella, licenziato in quanto “sgradito” al governo americano per “pensieri non regolari”, ex presunto “biondino” dell’agenzia Ansa, ex giocatore di pallanuoto, ex 87 chili. Soggetto sgradevole, anarchico, ne parlano male in tanti, a cominciare da chi lo ha messo al mondo: un segno che la sua strada è giusta. Ha, fra l’altro, messo la sua firma come direttore di tante testate, spesso solo per contestare una legge fascista di uno Stato postfascista che impone di fatto un censore ad un giornale (e in molti hanno, invece, pensato che lo ha fatto per “mettersi in mostra”). E’ da sempre pubblicista, mai riconosciuta alcuna pratica per professionista, nemmeno quelle vere. Pensa di morire presto, ma di lui – ne è certo- non fregherà niente a nessuno. Nemmeno a lui.

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button