fbpx
CronacheHome DecorPrimo Piano

Corso Martiri: i Pro del progetto

Catania città del Terzo millennio.

Pochi giorni fa il nostro primo cittadino ha inaugurato il primo, e non ultimo, cantiere che vedrà la completa trasformazione del Corso dei Martiri della Libertà (articolo qui ), ferita aperta nella nostra città da oltre 50 anni.

Sulla pagina ufficiale facebook del Sindaco non sono mancate dalle critiche più serie e fondate a quelle più disparate ed esilaranti, oltre ai complimenti.

Premetto che ho avuto modo di conoscere e collaborare con l’Architetto Mario Cucinella (progettista, per chi non lo sapesse, del Masterplan San Berillo) durante il workshop internazionale Simeto Landscape 2012 organizzato dalla Fondazione e dall’Ordine degli Architetti PPC di Catania in collaborazione con l’Associazione Culturale Officina 21, partecipando come tutor. Proprio in quella occasione fece una conferenza per presentare il progetto. Io come molti altri colleghi ne fummo entusiasti. Tutti “noi” ci siamo confrontati nel corso, o dei nostri studi o della nostra professione, con il “vuoto” di San Berillo.

Mario Cucinella architetto di fama internazionale, vincitore di svariati premi e concorsi, progettista di opere sparse in tutto il mondo, non è semplicemente un nome, ma anche e soprattutto, un architetto attento alla sostenibilità e all’ aspetto sociale delle sue opere.

Per la nostra città prevede un progetto di ampio respiro volto a organizzare lo spazio attraverso un giardino urbano di collegamento tra costruito e mare restituendo a Catania un luogo ben organizzato, tra privato e pubblico, con svariati servizi tra cui un teatro, un museo, un cinema ed un albergo.

Va sottolineato che i fondi investiti sono privati e che quindi tutti noi godremmo, si spera il più presto possibile, compatibilmente ai tempi di realizzazione, di un’opera che ci costerà solo un po’ di pazienza.

Sono convinta che, così come fu per il Guggenheim Museum Bilbao (Spagna) progettato dall’architetto Frank O. Gehry ed inaugurato nel 1997, il quale trasformò l’immagine della città diventando un’importantissima attrazione turistica, richiamando visitatori da numerosi paesi del mondo, anche questa promenade potrà diventare motivo di orgoglio ed incremento sostanziale della nostra economia.

In una città come la nostra, dove non è facile fare “Architettura”, dove il Nuovo non è sempre apprezzato, dove chi resta ha il desiderio che questa terra possa accrescere la propria cultura architettonica abbandonando un “fare architettura consolidato” vecchio, si innesta un progetto unitario, di chiara matrice contemporanea, che proietterà Catania finalmente nel Terzo millennio.

Solaria Sclafani

MC Architects Masterplan 

 

Tags
Mostra di più

Solaria Sclafani

Si laurea in architettura nel 2004. Lo stesso anno inizia a collaborare nello studio del padre, dove si confronta con progetti di restauro e rifunzionalizzazione. Con lui progetta alcuni tra i più importanti hotels e spa della sicilia orientale. Nel 2010 consegue un master in interior design presso lo ied. Durante quel periodo progetta case nella campagna toscana ed alcuni attici a Roma. Inizia così un percorso progettuale che la porterà ad una spazialità pura ed essenziale con una forte interazione visiva con il paesaggio circostante; razionale e riconoscibile fonda le sue radici nella preesistenza senza formalismi e mimetismi. Un linguaggio pulito ed ordinato caratterizzato dal rigore formale e cromatico, dall'assenza di elementi puramente decorativi, e dall'utilizzo di materiali naturali.

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker