fbpx
Nera

In manette assalitori di corrieri

Assalivano i corrieri per poi minacciarli e derubarli: in manette tre catanesi. 

Su disposizione della Procura della Repubblica di Catania, i Carabinieri della Stazione di San Giovanni La Punta hanno arresto Angelo Parisi cl.69, Stefania Annino cl.83 e Domenico Spadaro. cl.75. I tre sono accusati di rapina aggravata e tentata in concorso. Gli episodi contestati agli indagati sono ben quattro.

La donna complice.

Nel novembre 2018, la donna del gruppo ha messo a disposizione dei complici una Volkswagen Polo aiutandoli a pedinare un dipendente della ditta di distribuzione di generi alimentari all’ingrosso denominata “B&B Fond Service S.r.l”). Dopo aver aggredito quest’ultimo, i criminali lo hanno spinto all’interno del furgone dove lo hanno minacciato. L’uomo, intimorito ha dunque consegnato loro l’incasso equivalente a 603,50 euro.

Qualche giorno prima, sempre con la stessa auto i tre assaltatori di corrieri hanno pedinato due dipendenti della società “Unigroup”. Con lo stesso modus operandi hanno cercato di farsi consegnare il denaro ma senza successo. I dipendenti, infatti, erano riusciti a nascondere bene all’interno del furgone il denaro incassato.

Nel 2017, i criminali avevano preso di mira per ben due volte lo stesso dipendente della ditta di distribuzione di alimenti “Pellegrino”. L’uomo fu minacciato e picchiato a scopo di rapina prima che potesse consegnare della merce in via Palermo. Seppur ferita, la vittima  in entrambi gli assalti non consegnò il denaro che aveva sapientemente nascosto all’interno del furgone.

Ad eseguire le indagini i militari della Stazione di San Giovani La Punta hanno ricostruito con estrema meticolosità tutti i movimenti dei soggetti. Grazie alle immagini registrate dalle telecamere attive nella zona del fatto reato, gli agenti hanno acquisito elementi utili alla loro identificazione. Il  giudice ha disposto per i tre diverse misure cautelari tra cui obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. Ma anche obbligo di dimora, prescrivendo loro di non allontanarsi dai comuni di residenza, di dichiarare alla polizia giudiziaria gli orari e i luoghi in cui saranno, in ogni caso, quotidianamente reperibili per i necessari controlli, nonché di permanere in casa nelle ore comprese tra le 21:30 e le 06:00 di tutti i giorni.

E.G.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.