fbpx
CronachePrimo Piano

Coronavirus. Stop agli abbracci e alle strette di mano

Varate le nuove misure straordinarie dal Governo Conte

Dite addio ai saluti affettuosi, meeting, manifestazioni sportive, e tanto altro per almeno 30 giorni. È questo quanto disposto dal decreto del premier Giuseppe Conte finalizzato a potenziare il sistema di prevenzione nazionale contro il contagio del Coronavirus.

Le misure per i cittadini di tutta Italia

Per un mese anche la quotidianità dei catanesi cambierà. Infatti il decreto vieta strette di mano, abbracci e i tradizionali saluti con due baci sulle guance. Rinviati anche meeting, congressi e manifestazioni anche sportive. Le partite di calcio si svolgeranno regolarmente ma a porte chiuse.

Considerata la mole di lavoro in terapia intensiva in tutta Italia, il governo Conte inoltre si pone come obiettivo quello di aumentare del 50 per cento i posti nei reparti.

Per contrastare l’emergenza Coronavirus, la Regione Siciliana, ha fortificato il numero verde – 800.458. 787- con 28 linee telefoniche a cui risponderanno medici e volontari della protezione civile.

La situazione a Catania

Anche il capoluogo etneo rientra tra i centri più colpiti. Accertati casi di positività al Coronavirus riconducibili a tre professori universitari del Dipartimento di Agricoltura, Alimentazione e Ambiente dell’Università di Catania. Tale riscontro ha determinato la chiusura della sede di via Santa Sofia. Oggi, al fine di adottare nuovi provvedimenti precauzionali, si terrà un incontro tra il Senato Accademico e il Rettore dell’Ateneo Francesco Priolo.

Inoltre, nella mattinata di ieri un altro tampone positivo è stato segnalato tra i ricoverati dell’ospedale Cannizzaro. I medici ed infermieri che hanno operato a stretto contatto con il paziente si trovano attualmente in quarantena.

 

E.G.

 

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker