fbpx
LifeStyleNews in evidenza

Coriandolata acese: start il 5 agosto

«Fare arte con il coriandolo è un’iniziativa che non può non interessare alla città di Acireale»

Apre con queste parole la conferenza stampa di presentazione della “Coriandolata” Antonio Coniglio, presidente della fondazione del carnevale acese.

Di fronte a giornalisti, organizzatori e semplici curiosi infatti è stata presentata stamattina presso il palazzo del turismo di Acireale la “Coriandolata” edizione zero.

«Il comune dispone di scarse risorse economiche e viviamo un momento storico in cui si sente forte il bisogno di animare il centro storico, per questo motivo deve essere fortissima la collaborazione tra privati, associazioni e politica» ha concluso Coniglio.

La manifestazione ideata da Sebastiano Catalano e Dario Liotta dell’associazione “Aci Cafè” sarà parte integrante del programma estivo di eventi della cittadina.

Ma di cosa si tratta? Sarà una giornata in cui correre per le strade a lanciare coriandoli? Sarà una sagra con prelibatezze a base di carta riciclata? Niente di tutto questo, a spiegare l’animo profondamente artistico della manifestazione è stata Valentina Mammana dell’associazione mondiale delle arti effimere:

«L’arte effimera nasce e muore velocemente, cercando di trasmettere la propria identità, trasmissione che si ritrova perfettamente all’interno della “coriandolata”, un’estemporanea d’arte che per la prima volta nel mondo crea un’opera composta dalla fusione di elementi caratteristici, il coriandolo monocolore e la sabbia vulcanica, adeguatamente “posati” per creare un disegno»

«Cercheremo di realizzare quello che da altre parti d’Italia viene realizzato con altri elementi, come fatto  con i fiori a Noto» ha sottolineato Sebastiano Catalano, ringraziando i posatori di fiori presenti alla conferenza: «La loro maestria e il loro supporto sono stati per noi fondamentali»

La manifestazione si aprirà con la posa del primo coriandolo da parte del sindaco della città, alle ore 17 del prossimo 5 Agosto presso Piazza Duomo e si prolungherà fino a notte inoltrata, continuando poi il 6 e 7,  saranno tante infatti le attrattive dell’evento: un musical, un museo d’arte contemporanea, una sfilata di moda, famose tribute band e tanto altro ancora, il tutto inoltre, con lo scopo benefico di sostenere la ricerca scientifica promossa da Telethon.

«Telethon partecipa all’evento cercando di sensibilizzare la gente verso la ricerca, siamo ormai l’unica associazione a promuovere questo tipo di studio e siamo sicuri che Acireale risponderà al nostro appello» ha detto Maurizio Gibilaro coordinatore provinciale dell’associazione.

«L’evento ha messo insieme un bel gruppo di giovani che hanno voglia di scommettersi per Acireale, speriamo che la manifestazione possa radicarsi sul territorio, coinvolgendo magari anche le scuole, per creare una tradizione di “posatori” e diventare un evento simbolo della città» ha concluso Dario Liotta, ringraziando gli intervenuti.

Acireale cerca quindi ancora una volta di sfruttare i simboli della sua identità per attirare e divertire, speriamo quindi che sul centro storico in questi giorni di afa non si levi il solito vento di scirocco.

La "coriandolata" estemporanea d'arte effimera viene presentata alla città
La “coriandolata” estemporanea d’arte effimera viene presentata alla città
La locandina dell'evento presentata oggi in conferenza stampa.
La locandina dell’evento presentata oggi in conferenza stampa.
La collaborazione tra l'evento e Telethon, con lo scopo di incentivare la ricerca scientifica.
La collaborazione tra l’evento e Telethon, con lo scopo di incentivare la ricerca scientifica.

 

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button