fbpx
CronachePrimo Piano

Coppia gestiva rimessa abusiva. Nella struttura anche cani maltrattati

Rifiuti speciali pericolosi, cani maltrattati e lavoratori in nero. Il tutto in una rimessa abusiva di autocarri gestita da una coppia di catanesi, denunciati dagli agenti del Commissariato di Librino. I due, 53 anni lui e 50 anni lei, sono accusati di gestione illegale di rifiuti e detenzione di animali in condizioni incompatibili con la loro natura tali da creargli gravi sofferenze.

Nella struttura i poliziotti hanno trovato e controllato 95 veicoli. All’interno della rimessa abusiva vi erano tonnellate di rifiuti speciali pericolosi tra parti di autoveicoli smantellati, parti di elettrodomestici, oli esausti e materiali di risulta. Riscontrata, inoltre, la presenza di lavoratori in nero.

Gli agenti anche registrato la presenza di diversi cani utilizzati per la guardia tenuti in pessime condizioni perché costretti a vivere, legati con delle catene, in mezzo ai rifiuti nocivi e sporcizia e senza acqua. La polizia ha proceduto quindi al sequestro penale preventivo di tonnellate di rifiuti. Adottate, inoltre, misure per la tutela degli animali

E.G.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button