fbpx
CronacheNewsNews in evidenza

Convegno sui contratti di appalto a Catania

Oggi a Catania si terrà un convegno sui contratti di appalto e somministrazione. L’evento è organizzato dall’associazione nazionale antimafia “Alfredo Agosta”

Catania – Oggi alle 15:30 si terrà un convegno sui contratti di appalto e somministrazione, la sede dell’evento sarà il Mercure Excelsior di Piazza Giovanni Verga.

L’evento, organizzato dall’associazione nazionale antimafia “Alfredo Agosta” e dal Consiglio Provinciale di Catania dei consulenti del lavoro, è valido ai fini della formazione continua per avvocati e consulenti del lavoro. Gli avvocati che parteciperanno all’iniziativa acquisiranno due crediti formativi, 4 cfu sono invece previsti per i consulenti del lavoro.

Nel convegno, dopo l’introduzione del Presidente dell’Ordine dei consulenti del lavoro Salvatore Musumeci, sono previsti gli interventi del Procuratore della Repubblica del Tribunale di Catania Michelangelo Patanè, del Presidente dell’Ordine degli avvocati Maurizio Magnano di San Lio, del direttore INPS Catania Carmelo Sciuto e di Fausto Sanfilippo Presidente dell’Associazione Nazionale Antimafia “Alfredo Agosta”.

In seguito verranno presentate le relazioni fornite dal Sostituto Procuratore del Tribunale di Catania Alessandro Sorrentino, dal funzionario di Vigilanza INPS Carmelo Giuffrida, dal responsabile Centro Studi ANIV Sicilia, dal funzionario di Vigilanza INPS Francesca Schilirò e dall’HR e Legal Manager Stefano Bianchi. Giovanni Greco, Segretario dell’Ordine dei Consulenti del Lavoro di Catania, coordinerà gli interventi dei relatori.

Prima dell’inizio del convegno abbiamo sentito Giovanni Greco, che è anche membro dell’associazione nazionale antimafia “Alfredo Agosta”.

Perché un convegno sulla legalità dedicato a professionisti?

“Sostanzialmente abbiamo un obbligo di formazione al quale abbiamo deciso di abbinare un percorso di legalità condiviso. Noi abbiamo creato una sinergia fra diversi settori invitando anche esponenti della procura. La ratio dell’incontro è creare una rete di professionisti che siano formati nel rispetto della legge.”

Andando un tantino fuori tema, perché non creare questa rete anche per quel che concerne i beni confiscati?

“Avendo già collaborato con alcune ditte che operano nel settore posso dire che la sinergia è già presente. Molte aziende confiscate trovano difficoltà non per la gestione, ma per il fatto che prima operavano in un regime diverso da quello di mercato. Per quanto riguarda poi le misure di prevenzione, a Catania giudici e amministratori giudiziari sono fra i migliori d’Italia.”

L’illegalità nel settore degli appalti pubblici deve essere necessariamente collegata a fenomeni mafiosi, o semplicemente possono esserci, fra ente pubblico e ditta, legami, seppur illegali, fondati su rapporti personali?

“L’illegalità può essere un sentimento diffuso fino a quando la collettività permette che lo sia. Oggi ci sono diversi strumenti a tutela della legalità. Non solo leggi, ma anche uomini che le fanno rispettare, dalle Forze dell’Ordine ai giudici.”

Per quel che concerne il Terzo Settore, dove non sempre esistono gare d’appalto, i controlli sono inferiori? Sul Terzo Settore, in altre parole, c’è ancora da lavorare?

“L’impresa sociale nasce per dare valore a soggetti svantaggiati. A volte non è sempre così, il caso “Mafia Capitale” è emblematico a proposito. Quello che posso dire è che c’è un forte controllo del territorio, anche se è importante che ognuno di noi fa la propria parte”

Il convegno che si terrà questo pomeriggio è aperto a tutti, o solo agli avvocati e ai consulenti del lavoro?

“Il convegno è aperto a tutti, anche se tratta argomenti che possono non essere di immediata comprensione per chi non opera nel settore. Imprenditori e organizzazioni di categoria sono invitati a questo evento che ha come principale obiettivo quello di fornire degli strumenti tecnici ai professionisti per incentivare in loro, in maniera pragmatica, questo sentimento di legalità.

Mostra di più

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button