fbpx
CronacheNews

Controlli a tappeto dei Carabinieri di Giarre nella zona ionica. Droga, furti e abusivismo

I Carabinieri della Compagnia di Giarre hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio denunciando alla Procura della Repubblica 7 persone

  • A Zafferana Etnea 3 persone sono state denunciate per furto aggravato. I militari coadiuvati da personale tecnico dell’Enel hanno accertato che i predetti avevano allacciato i contatori delle proprie abitazioni nella rete elettrica pubblica.

  • Tra Sant’Alfio, Mascali e Riposto sono state denunciate 4, poiché durante un controllo alla circolazione stradale sono stati sorpresi alla guida dei propri mezzi privi di patente, perché mai conseguita o revocata.

Nell’ambito dello stesso servizio i militari, collaborati da personale dell’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania Servizio Veterinario”, hanno controllato un’azienda equina a Giarre riscontrando violazioni, quali la mancanza di tracciabilità, sequestrando 2 equini ed elevando sanzioni amministrative per 10.000 euro.

Inoltre sono stati controllati diversi venditori ambulanti riscontrando che 4 di loro occupavano abusivamente il suolo pubblico ed esercitavano abusivamente l’esercizio del commercio ambulante, per cui sono stati sanzionati amministrativamente per una somma totale di 4.000 euro, e controllate 33 persone, 16 veicoli ed elevate 6 sanzioni al C.d.S., per valore complessivo di 2.800 euro.

MESSINA Sebastiana nata a Riposto il 07.09.1960I Carabinieri della Stazione di Macchia di Giarre coadiuvati dai colleghi del Nucleo Cinofili di Nicolosi hanno arrestato MESSINA Sebastiana, 54enne, e un 24enne, entrambi di Riposto, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Stanotte, i militari, a conclusione di un’articolata attività info-investigativa, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare nell’abitazione dei predetti rinvenendo e sequestrando, abilmente occultati in un’anta di un mobilio della cucina, 1 involucro 8 grammi di cocaina, di cui una parte suddivisa già in 7 dosi pronte per essere smerciate, 1 bilancino di precisione, vario materiale utilizzato per il confezionamento dello stupefacente e 260,00 euro, in banconote di piccolo taglio, ritenute parziale provento dell’attività di spaccio.

Gli arrestati sono stati posti ai domiciliari in attesa di essere giudicati con rito direttissimo, come disposto dall’Autorità Giudiziaria.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker