fbpx
NeraNewsNews in evidenzaPrimo Piano

Controlli del territorio, sanzionato salone di parrucchiere abusivo

Catania – Nei giorni scorsi, nell’ambito del piano d’azione per la prevenzione e il contrasto della criminalità mafiosa denominato “Modello Trinacria”, personale del Commissariato Borgo Ognina, del Reparto Prevenzione Crimine, della Guardia di Finanza e della Polizia Locale hanno controllato 15 attività commerciali.

Nella circostanza, è stata elevata 1 sanzione amministrativa per mancanza di emissione scontrino fiscale, contestati 2 illeciti amministrativi per omessa richiesta d’intervento per la manutenzione del misuratore fiscale (registratore di cassa), ed inoltre è stato sanzionato, ai sensi dell’art. 5 L. 443/85 e Art. 77 comma 1 D. Lgs.vo nr. 59/2010, un parrucchiere che esercitava l’attività senza la prescritta autorizzazione SCIA, quindi totalmente abusivo.

Nel corso dell’operazione e visti i numerosi incidenti stradali, sono state attuate misure e controlli volti a prevenire e reprimere il dilagante fenomeno della circolazione di veicoli privi della prescritta copertura assicurativa per la responsabilità civile, dell’uso di apparecchi telefonici durante la guida, del mancato uso del casco protettivo per gli utenti di veicoli a due ruote, e a tal fine sono state identificate 29 persone e controllati nr. 97 veicoli.

A tal riguardo sono state elevate 33 sanzioni al CDS per un importo totale di Euro 4.960,00. Tali contestazioni hanno portato al ritiro di una carta di circolazione, al fermo amministrativo di un veicolo e al sequestro amministrativo di 2 veicoli.

Relativamente a quest’ultima attività è stata impiegata la pattuglia Viabilità della locale Polizia Municipale.

Infine, a seguito di un esposto pervenuto presso questo Ufficio, personale del Commissariato Borgo Ognina, unitamente alla pattuglia della Polizia Municipale di Catania – Rep. Annona , ha proceduto al controllo di un autolavaggio con annesso parcheggio, sito nel quartiere Ognina.
A tal riguardo, al gestore/titolare della suindicata attività è stato contestato l’illecito amministrativo per la violazione della norma prevista dall’Art. 1 D.P.R. 480/2001 + Art. 14/ 17 bis del R.D. 773/1931 T.U.L.P.S. con una sanzione pecuniaria da Euro 516,00 a Euro 3.098,00, poiché lo stesso esercitava l’attività di auto-parcheggiatore per nr. 32 autovetture posteggiate all’interno del suddetto sito, senza la prescritta autorizzazione S.C.I.A., anche in questo caso totalmente abusivo.

In totale, a fronte dei 37 illeciti contestati, sono state elevate sanzioni per un valore pari a euro 8.442,00 (Ottomilaquattrocentoquarantadue/00).

 

immagine in evidenza di repertorio

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button