fbpx
CronacheNews

Controlli a contrasto del lavoro nero, scattano le sanzioni

Aveva a suo servizio, compeltamente in nero, 6 connazionali mentre gli unici due con regolare contratto lavoravano per un’orario ben superiore a quello previsto. Sanzionata una cittadina cinese titolare di un negozio di abbigliamento a Catania. Stessa sorte per un commercialista del calatino che conduceva la propria attività avvalendosi dei suoi unici 4 dipendenti mai correttamente assunti e per un parrucchiere con tutti e tre gli addetti senza alcun contratto. In un ristorante catanese, invece, è stato sorpreso a lavorare in nero un cuoco catanese, regolarmente assunto in un altro esercizio di ristorazione. Oltre a sanzionare il datore di lavoro, anche il cuoco, risultato formalmente a riposo per malattia con indennità a carico dell’ente previdenziale, è stato denunciato per truffa ai danni dell’INPS.

Lavoro sommerso, evasione contributiva, previdenziale e assistenziale. Continuano ad emergere casi nell’ambito delle operazioni e degli interventi dei militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Catania. Eseguiti complessivamente 23 controlli, di cui 18 con esito irregolare, che hanno portato alla scoperta di 38 lavoratori completamente in nero e 6 irregolari. Sanzionati per l’illecito impiego di personale in nero 18 dei 23 datori di lavoro controllati.

Segnalate ai competenti uffici violazioni in materia di legislazione sociale per sanzioni amministrative complessive che vanno da un minimo di 150.000 euro a un massimo di 600.000 euro, nonché, nei casi di impiego di manodopera irregolare in misura superiore al 20% del personale complessivamente dipendente, sono state inoltrate alla Direzione Provinciale del Lavoro apposite segnalazioni per l’adozione delle misure di chiusura temporanea dell’attività.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker