fbpx
CronachePoliticaPrimo Piano
Trending

Continuità territoriale. Le polemiche dei siciliani al Decreto Toninelli

Continuità territoriale e contrasto al caro-voli sono temi caldi che camminano pari passo nelle isole maggiori nazionali, Sicilia e Sardegna. È la condizione di insularità che l’Unione Europea e il Parlamento nazionale intendono superare ‘step by step’, risultando talvolta impopolari con i loro provvedimenti. Questo è il caso del cosiddetto Decreto ToninelliAttraverso oneri di servizio pubblico, infatti, alcune tratte dagli aeroporti di Comiso e Trapani saranno offerte a prezzi vantaggiosi per i siciliani.

Critiche e polemiche

Priorità agli aeroporti svantaggiati geograficamente

“Perché Comiso e Trapani sì mentre per tutti gli altri aeroporti siciliani no?” è l’interrogativo che in molti si sono posti. Ebbene, la normativa europea sulla continuità territoriale fa leva sul principio di collegare gli aeroporti minori che si trovano in una condizione di oggettivo svantaggio con le destinazioni che hanno particolare interesse.

Quando si parla di ‘aeroporto svantaggiato’ si fa riferimento alle difficoltà di accesso e di raggiungimento degli utenti all’aeroporto minore che serve un determinato territorio.

La Commissione europea ha perciò riconosciuto che l’aeroporto di Comiso non rientra nella catchment area dell’aeroporto di Catania, vale a dire che il bacino di utenza è diverso, separato rispetto all’aeroporto etneo. Questo significa che gli abitanti che risiedono nei pressi di Comiso hanno maggiori difficoltà a muoversi verso Catania. Quindi, i collegamenti dell’aeroporto di Comiso sono auspicabili e rientrano nella concezione europea di continuità territoriale.

D’altra parte, è evidente che l’aeroporto di Comiso si trovi in una condizione di svantaggio geografico e di isolamento maggiore rispetto all’aeroporto di Catania. L’aeroporto di Catania, inoltre, gode di numerose tratte aeree tali da non poter prevedere l’accesso a contributi regionali e nazionali per favorire il trasferimento dei catanesi in quanto è il mercato a regolarsi autonomamente sulle tariffe offerte, a costi minori con l’acquisto anticipato dei biglietti.

Aeroporto di Trapani: ecco la ratio dei voli individuati per garantire continuità territoriale

Se per l’aeroporto di Comiso sono state favorite le tratte da e per Roma e Milano, l’aeroporto di Trapani prevede tratte diverse. Gli oneri pubblici per l’aeroporto di Trapani interesseranno infatti il servizio di linea sulle rotte da e per Trieste, Parma, Ancona, Perugia e Napoli.

La Commissione Europea ha dichiarato formalmente che le cosiddette catchment area di Comiso e Catania sono separate perché la norma comunitaria prevede che ci sia una distanza di 100km o di un’ora di tratta stradale da un aeroporto all’altro. Catania e Comiso sono separate da 70 km ma per il tragitto stradale si impiega oltre un’ora di strada (105/108 minuti). Tale criterio ha perciò convinto la Commissione Europea a riconoscere che i bacini di utenza di Catania e di Comiso sono separati.

Diversa è la condizione invece tra Trapani e Palermo, città collegate da un‘autostrada percorribile con meno difficoltà logistiche. Perciò, sebbene le due città siano separate da circa 70km, i bacini di utenza non sono diversi tra Trapani e Palermo. Ed è qui che entra in ballo la normativa comunitaria secondo cui aeroporti che sono collegati con le città in una catchment area non possono usufruire di agevolazioni o di aiuti di Stato.

Perciò, essendo l’aeroporto di Palermo ben collegato con gli aeroporti di Roma e Milano, la Commissione Europea non riconosce la continuità territoriale ai trapanesi che si possono servire più facilmente con l’aeroporto di Palermo. Di conseguenza, le rotte trapanesi previste nel decreto ministeriale dovevano obbligatoriamente prevedere mete che non fossero già servite dall’aeroporto di Palermo.

Compagnie low-cost e continuità territoriale: l’aspra critica Ryanair

In Sardegna, il riconoscimento della continuità territoriale non è stata ben vista da Ryanair che ha interrotto il servizio. Stessa sorte si prospetta anche in Sicilia perché la logica di competitività con le altre compagnie, a loro modo di vedere, avrebbe già favorito con la loro offerta stracciata la continuità territoriale. D’altra parte è nota la filosofia aziendale della compagnia irlandese fondata sul ribasso parossistico del costo dei loro voli.

Ryanair aveva presentato ricorso per le tratte sarde. Ricorso tuttavia respinto dal TAR del Lazio lo scorso aprile.

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker