fbpx
CronachePrimo Piano

Sit in consorzio bonifica, a breve il saldo

Consorzio bonifica 9 di Catania, dopo il sit in il commissario annuncia il pagamento a breve degli stipendi arretrati ai lavoratori.

Gli stipendi arretrati di febbraio e marzo dei 120 lavoratori a tempo indeterminato del Consorzio di bonifica 9 di Catania, saranno corrisposti in tempi brevi con la formula del pagamento in dodicesimi.

Questo l’esito positivo dell’incontro tenutosi ieri tra Francesco Nicodemo, commissario dell’ente, e i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl e Uil, Flai, Fai e Filbi.
Durante l’iniziativa, circa un centinaio di lavoratori hanno organizzato un sit in di fronte la sede del Consorzio di via Centuripe. Qui ad attendere l’esito vi erano insieme sia i lavoratori a tempo indeterminato, sia quelli ancora precari.

Il sit in era anche indirizzato contro il mancato avvio al lavoro degli operai a tempo determinato. Per questi motivi i 125 lavoratori stagionali del Consorzio anno dopo anno devono purtroppo ancora fare i conti con insicurezze e instabilità.

Soddisfatti per il risultato raggiunto. I lavoratori del Consorzio giocano un ruolo importante per il territorio e l’economia locale. È quanto dichiarano i rappresentanti di Cgil, Cisl e Uil, Flai, Fai e Filbi di Catania.

“La notizia dello sblocco dei 2/12 dei fondi destinati all’ente da parte della Regione, che permetteranno il pagamento delle mensilità di febbraio e marzo, è dunque ufficiale”, commentano.

“Abbiamo anche ricevuto rassicurazioni circa l’avvio dei lavoratori a tempo determinato”, continuano. Per questi lavoratori giorno 25 marzo si terrà un tavolo di confronto alla presenza delle segreterie regionali di FLAI-CGIL FAI-CISL E FILBI-UIL.

“Rimane invece distante dai lavoratori il direttore dell’ente, Fabio Bizzini, che nonostante le rassicurazioni giunte dalla Regione circa l’invio di somme certe, continua a non voler anticipare alcuna somma per gli stipendi dei lavoratori. Tutto ciò è frutto non solo della sua scelta ma della mancata applicazione della riforma dei consorzi che pone in stallo le gestioni dei singoli enti, provocando ritardi nell’avvio della campagna irrigua e per la messa in sicurezza del territorio, a partire dal contrasto al dissesto idrogeologico”, concludono.

E.F.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker