fbpx
NewsPoliticaSenza categoria

Consiglio comunale di fuoco tra partecipate, debiti e finanziaria

Catania – Un consiglio comunale di fuoco quello convocato per la prossima settimana dalla presidente Francesca Raciti. All’ordine del giorno tantissimi punti che hanno già creato diverse polemiche e, sicuramente, scateneranno il dibattito all’interno dell’aula.

Primo fra tutti il mantenimento e la proroga della convenzione relativa all’Istituto Musicale V. Bellini. Punto per cui l’intero consiglio è stato slittato: l’assessore in prima convocazione era assente per motivi istituzionali e i capigruppo hanno preferito rinviare la discussione.

Da fare il punto anche sulla parte finanziaria del comune: in odg saranno affrontati il Documento unico di programmazione triennale e l’atto di indirizzo per l’affidamento in concessione, per la durata di 5 (cinque) anni, del servizio di ricerca dell’evasione e di riscossione coattiva delle entrate tributarie ed extra-tributarie. A dibattito anche la “Verifica quantità e qualità di aree e fabbricati da destinare alla residenza, alle attività produttive e terziarie. Determinazione prezzo di cessione.” Continua quindi la spasmodica ricerca del Comune di vendere gli immobili.

Da attenzionare due fatture non pagate alla Multiservizi e finite già in debiti fuori bilancio: la prima di  111.090, la seconda di 762.925,12 euro per la messa in sicurezza del Massimino dopo il derby contro il Palermo nel 2007.

All’ordine anche la possibile dismissione della partecipazione nel Consorzio Autostrade Siciliane.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button