fbpx
NewsPolitica

Consiglio Comunale: Catalano passa da Sicilia Democratica ad Articolo 4

“Dentro il palazzo la situazione è cambiata” dichiara Giuseppe Catalano, consigliere comunale di Sicilia Democratica, a MeridioNews, annunciando che abbandonerà il movimento per confluire di nuovo, dopo un anno di assenza, in Articolo 4 ed aggiunge “ho creduto nel progetto di Sicilia Democratica ma, con i problemi di salute di Lino Leanza, è venuta a mancare una leadership forte e la situazione a Catania è degenerata”.

Queste le giustificazioni addotte da Giuseppe Catalano, ex Mpa, eletto consigliere nel luglio del 2013 dopo essersi presentato alle scorse elezioni all’interno della lista Con Bianco per Catania. Nello stesso anno passa ad Articolo 4 e l’anno successivo in Sicilia Democratica. Oggi il ritorno ad Articolo 4 e con la sua scelta conferma la tendenza, già in atto anche a livello regionale, a volersi avvicinare all’area vicina al Partito democratico.

Dietro la scelta di Catalano vi sarebbero però anche i contrasti sorti tra il sindaco Enzo Bianco e il gruppo Sicilia Democratica, che fa parte della maggioranza ma  che ha assunto posizioni critiche, tramite Sebastiano Arcidiacono, vicepresidente del consiglio, su particolari temi di rilievo, come quello relativo al Teatro Stabile.

“Una scelta sofferta ma presa in completa autonomia” dichiara Catalano, che con la fuoriuscita dal gruppo ne mette a rischio la stessa l’esistenza. Dopo il suo passaggio ad Articolo 4 infatti, resteranno solo due i consiglieri di Sicilia Democratica, ed essendo tre il numero minimo affinché il gruppo rimanga in vita, il movimento creato da Lino Leanza  sembrerebbe destinato a sciogliersi.

Ad uscire rafforzata da questa decisione è la maggioranza politica che all’interno del consiglio si rifà direttamente al sindaco Bianco. A confermare il tentativo di indebolire la posizione di Sicilia democratica ci sarebbe anche la richiesta, presentata ieri dai capigruppo dei partiti che sostengono l’attuale amministrazione, di dimissioni di Arcidiacono dalla carica di vicepresidente dell’assemblea.

Nelle prossime settimane si potrebbero avere ulteriori cambiamenti nel Consiglio Comunale catanese. Dovrà infatti essere ultimata la fusione di Articolo 4 nel Pd, come già accaduto all’Ars, dove i deputati regionale Luca Sammartino, Valeria Sudano, Alice Anselmo, Ruggirello e Pippo Nicotra sono entrati nel gruppo democratico.

Catalano ha dichiarato a tal proposito che “I piccoli movimenti andranno a scomparire a causa della nuova legge elettorale quindi il confluire in un grande partito come il Pd va inserito in un’ottica di ampio raggio”.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker