PoliticaPrimo Piano

Consiglio comunale. Bocciato l’aumento sulla tassa di soggiorno

Nulla di fatto in Consiglio Comunale. Dei punti all’ordine del giorno, è stato posto a votazione solo l’aumento della tassa di soggiorno turistica. La maggioranza risicata ha portato alla bocciatura del provvedimento con 18 voti favorevoli e 8 astenuti. Sarebbe bastato solo un voto favorevole in più per approvare la delibera di giunta.
Nonostante il parere tecnico e della contabilità favorevoli, la delibera non passa. Non solo non verrà aumentata la tassa di soggiorno, ma il tributo non sarà neppure obbligatorio per i soggetti che pernottano in locazioni brevi.
Per assenza di numero legale voluta dalla maggioranza, dopo la pausa concessa successivamente alla votazione, il Presidente Giuseppe Castiglione ha rimandato la seduta alle 19,00 di stasera.

C’era da aspettarselo. Nel corso degli interventi che hanno preceduto la votazione, l’aria che tirava tra gli scranni di Palazzo degli Elefanti non lasciava presagire nulla di positivo per l’amministrazione Pogliese.

Stessa sorte per la tassa sui rifiuti?

Più che per la tassa di soggiorno, è l’aumento della TARI a fare strizzare il naso ai consiglieri sia di maggioranza che di opposizione. Infatti non sono mancate le polemiche.

A dare il “la”, paradossalmente, la capogruppo di “In Campo con Pogliese”, Paola Parisi, che tramite comunicato stampa ha chiesto la modifica della delibera per stabilire maggiore equità sociale.
In aula, invece, sono stati Graziano Bonaccorsi (M5S) e Andrea Barresi (Misto) a chiedere chiarimenti dettagliati relativamente alla convenzione scaduta con la discarica e il conseguente aumento degli oneri di conferimento annunciati dall’assessore Fabio Cantarella.

Si prevede dunque una seduta di fuoco che rischia di divampare a fiamme alte anche a causa delle tensioni tra i consiglieri di maggioranza e di opposizione. A riportare in aula un fatto in particolare, il capogruppo di “Una scelta d’amore per Catania”, Luca Sangiorgio.

La foto dell’imbarazzo

È stata pubblicata sul profilo facebook della consigliera grillina Lidia Adorno con un post di accompagnamento per scatenare i commentatori più agguerriti contro la maggioranza.

L’imbarazzante post di Lidia Adorno

Scattata nel corso della seduta precedente, la foto ritrae la maggior parte degli scranni nell’area della maggioranza vuoti. Vuoti perché erano assenti i consiglieri? Assolutamente no. Erano vuoti perché qualcuno era nella sala attigua, altri a espletare i propri bisogni fisiologici e altri a fumare. E non c’era alcuna votazione in quel dato momento.

I simpatizzanti e gli attivisti grillini quindi passano all’attacco tra i commenti.

I commenti dei militanti grillini


Offesi con epiteti irripetibili, viene addirittura invocata la denuncia per truffa nei confronti dei consiglieri assenti. Attacchi strumentali, inopportuni e inutili li definisce il consigliere Sangiorgio.
“Io consiglio ai colleghi in questione che hanno scritto quel post accusando questa maggioranza di essere consequenziali se ne hanno il coraggio”, dichiara il capogruppo di ‘Una scelta d’amore per Catania’. E li mette alla prova: “O ci denunciate, e vi invito a farlo anche se non ci siano gli estremi per una denuncia. Oppure spiegate che (come da regolamento, n.d.a.) i tesserini possono rimanere inseriti e i colleghi allontanarsi dall’aula”.

Insomma, la Adorno, con il richiamo di Sangiorgio, ne è uscita con le ossa rotte e non poco imbarazzo da parte del suo gruppo.

Tags
Mostra di più

Debora Borgese

Non ricordo un solo giorno della mia vita senza un microfono in mano. Nata in una famiglia di musicisti da generazioni, non potevo non essere anche io cantante e musicista. Ma si registrano nomi di rilievo anche tra giornalisti e critici letterari, quindi la penna è sempre in mano insieme al microfono. Speaker radiofonica per casualità, muovo i primi passi a Radio Fantastica (G.ppo RMB), fondo insieme a un gruppo di nerd Radio Velvet, la prima web radio pirata di Catania e inizio a scrivere per Lavika Web Magazine. Transito a Radio Zammù, la radio dell'Università di Catania, e si infittiscono le collaborazioni con altre testate giornalistiche tra le quali Viola Post e MuziKult. Mi occupo prevalentemente di politica, inchieste, arte, musica, cultura e spettacolo, politiche sociali e sanitarie, cronaca. Diplomata al Liceo Artistico in Catalogazione dei Beni Culturali e Ambientali - Rilievo e restauro architettonico, pittorico e scultoreo, sono anche gestore eventi e manifestazioni, attività fieristiche e congressuali. Social media manager e influencer a detta di Klout. Qualche premio l'ho vinto anche io. Nel 2012, WILLIAM SHARP CONTEST “Our land: problems and possibilities, young people’s voices” presentando lo slip stream “I go home. Tomorrow!” Nel 2014, PREMIO DI GIORNALISMO ENRICO ESCHER: mi classifico al 2° posto con menzione speciale per il servizio sulla tecnica di cura oncologica protonterapica e centro di Protonterapia a Catania. Nel 2016, vince il premio per il miglior programma radiofonico universitario 2015 "Terremoto il giorno prima. Pillole di informazione sismica" al quale ho dato il mio contributo con il servizio sul terremoto in Irpinia. Ho presentato un numero indefinito di eventi musicali, tra i quali SONICA di Musica e Suoni, e condotto dirette radiofoniche sottopalco per diverse manifestazioni musicali come il Lennon Festival, moda e concorsi di bellezza. Ho presentato diversi libri di narrativa e politica, anche alla Camera dei Deputati. Ho redatto atti parlamentari alla Camera, Senato, Assemblea Regionale Siciliana e mozioni al Comune di Catania. Vivo per la musica. Adoro leggere. Scrivo per soddisfare un bisogno vitale. La citazione che sintetizza il mio approccio alla vita? Dai "Quaderni di Serafino Gubbio operatore" di L. Pirandello: "Studio la gente nelle sue più ordinarie occupazioni, se mi riesca di scoprire negli altri quello che manca a me per ogni cosa ch'io faccia: la certezza che capiscano ciò che fanno".

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.