fbpx
GiudiziariaNews

Confindustria Sicilia, chiesto il rinvio a giudizio per il presidente Ance

Ancora terremoti giudiziari per Confindustria Sicilia. Dopo Montante ed Helg, anche il presidente Ance Sicilia, Salvo Ferlito, è ora indagato.

La Procura di Catania ha chiesto per lui il rinvio a giudizio, così come rivelato da La Repubblica, per truffa con aggravante mafiosa. A rivelarlo il quotidiano la Repubblica.  Il presidente Ance avrebbe concesso in sub-appalto da parte della Comer Costruzioni Meridionali Spa per il ripristino di una strada ad un’altra società confiscata alla mafia. Ferlito, non solo non avrebbe avvisato di questo sub-appalto gli amministratori locali, ma non avrebbe potuto proprio farlo. In questo modo, secondo l’accusa, avrebbe sia causato un danno allo Stato, sia avrebbe agevolato Cosa Nostra.

Nell’inchiesta, coordinata dal procuratore Giovanni Salvi e dal sostituto della Dda Antonino Fanara, sono imputati anche due funzionari della Provincia di Catania, per mancato controllo nella concessione del subappalto.  L’Ente, titolare dell’appalto per il rifacimento di una strada nei pressi di Castel di Judica,  avrebbe dovuto controllare i lavoratori e le imprese impegnati nella realizzazione dell’opera.

La prima udienza della richiesta di rinvio a giudizio, davanti al Gip Rosa Alba Sammartino, è stata rinviata al prossimo giugno per un difetto di notifica.

 

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker