fbpx
Cronache

Confcommercio contro l’amministrazione: “Situazione insostenibile al centro”

Il presidente provinciale della FIPE Confcommercio Dario Pistorio, preso atto delle rimostranze di alcuni colleghi, proprietari di pubblici esercizi, sulla situazione di invivibilità del centro storico, chiede con la massima urgenza un tavolo tecnico con l’amministrazione e gli organi competenti sulla sicurezza e l’organizzazione dei caffè concerto.

Ho controllato personalmente quanto denunciato dai colleghi che svolgono attività in piazza Ogninella e in via Coppola – ha affermato Pistorio – e ho potuto constatare che nulla di quanto l’amministrazione aveva assicurato per rendere vivibile il centro storico e permettere agli operatori di svolgere la loro attività serenamente è stato fatto: mancano le transenne e i controlli in quelle strade dove era stato interdetto il passaggio di auto e motorini che invece scorazzano indisturbati tra i tavoli (regolarmente posizionati all’esterno dei locali dagli esercenti che pagano il suolo pubblico); di contro, alcune strade sono state chiuse impedendo l’accesso anche ai taxi così da rendere impossibile il raggiungimento di qualche hotel del centro.

Manca il personale di controllo – ha continuato il presidente FIPE Confcommercio – così in alcuni locali servono indisturbati alcol ai minorenni ed esercitano pure attività musicale senza autorizzazioni trasformando in mini discoteche piccole attività nate con altre destinazioni d’uso. Anche quest’anno siamo alle prese con i soliti problemi: mancanza di sicurezza e disorganizzazione totale. La stagione è iniziata senza un confronto con gli operatori del settore e nessuna programmazione.

Non basta fare un ricco cartellone di eventi nei teatri e nei palazzi storici della città, ci sono tanti imprenditori del settore della somministrazione che investono nella stagione estiva per completare l’offerta rivolta ai turisti e ai cittadini. Chiediamo con la massima urgenza un incontro con l’amministrazione comunale”.

Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button