fbpx
FoodLifeStyle

A natale “il regalo” di Condorelli nel nuovo spot con Leo Gullotta

“Sono lieto di essere il testimonial di una azienda sana e virtuosa. Perchè la Sicilia può esprimere anche eccellenze”. Così commenta oggi Leo Gullotta la sua ultima partecipazione allo spot della campagna per il Natale 2018 di Condorelli intitolata “il regalo”.

Il noto attore catanese è testimonial della azienda dolciaria di Belpasso dal 1987, quando partì la prima campagna pubblicitaria in grande stile con il tormentone «Condorelli? Un vero piacere…» del maggiordomo Leo Gullotta.

Appena finite le riprese oggi è stato presentato il nuovo spot che andrà in onda dai primi di dicembre sulle reti nazionali. Presenti l’attore siciliano, l’amministratore dell’azienda Giuseppe Condorelli e Matteo Rando per Tam Tam adv.

Più che di uno spot, si tratta di un breve racconto natalizio incentrato su un episodio tanto vero quanto fantastico: la nascita del torroncino.

A fare da cornice a questa mini-fiaba, il suggestivo Palazzo Biscari di Catania. La dimora signorile di fine ’600 che, con la sua sfarzosità barocca e rococò, restituisce al meglio tutta la bellezza e la magia senza tempo della tradizione natalizia.

L’idea creativa è frutto dell’unione tra l’agenzia pubblicitaria Tam Tam Adv e lo studio di produzione Audiocomm. Non è la prima volta che le due realtà collaborano. In estate hanno realizzato la comunicazione del latte di mandorla incentrata sui pupi siciliani della Marionettistica Fratelli Napoli.

Il direzione artistica è di Matteo Rando e la regia di Filippo Arlotta.

Una foto di backstage del nuovo spot

La nascita del Torroncino

Negli anni Settanta, durante una cena in casa di amici torinesi, nascono i torroncini. «Osservavo la padrona di casa – raccontava sempre il cavaliere Francesco – che armeggiava con difficoltà tentando di tagliare una stecca di torrone. Perché non produrre un torrone morbido e aromatizzato in diverse fragranze, in confezioni monodose, da consumare come caramelle?». Tornato nella sua Belpasso Francesco Condorelli chiamò il più esperto dei suoi pasticcieri. E quella mattina prepararono insieme gli stessi torroncini che oggi si gustano negli Stati Uniti e in Australia, in Canada e in Giappone, ovunque nel mondo.

F.F.

Tags
Mostra di più

Redazione

Quotidiano on-line siciliano

Potrebbe interessarti anche

Back to top button

Adblock Identificato

Considera la possibilità di aiutarci disattivando il tuo Adblock. Grazie.